“Dalla natura imparo… tutto si trasforma”. A Ispica la festa del riciclo

La bambinopoli della città, completamente rinnovata e ripulita grazie all’intervento dei cantieri di servizi con cui si sta procedendo ad interventi di manutenzione della città, è stata teatro di una simpatica e divertente iniziativa sulla raccolta differenziata che ha visto insieme i bambini delle classi quarte delle scuole primarie “Vittorio Veneto” e “San Giuseppe”. La manifestazione è stata organizzata dagli assessorati alle politiche per l’Educazione e all’Ambiente del Comune e con il coinvolgimento della ditta Dusty che nella città si occupa della raccolta differenziata porta a porta. Erano presenti, insieme ai bambini e ai docenti delle classi, il sindaco Piero Rustico, il vicesindaco Cesare Pellegrino, l’assessore alle politiche per l’educazione Teresa Amendolagine, il dirigente dell’Istituto comprensivo “Leonardo da Vinci” Giuseppe Fava, il collaborare della Dirigente dell’Istituto “Padre Pio da Pietrelcina” Sergio Moltisanti e i rappresentanti della “Dusty”.
“Dalla natura imparo … tutto si trasforma”, uno slogan significativo quello che ha dato il via alla manifestazione che ha visto insieme i bambini delle due scuole uniti tra loro a formare due squadre, che attraverso un divertente percorso a tempo, delineato con l’uso delle attrezzature presenti nella bambinopoli, hanno differenziato e conferito in appositi contenitori diversi: cartoni, bottiglie di plastica e i tappi delle stesse bottiglie. Ad illustrare il gioco personalmente l’assessore Amendolagine che, coadiuvata dagli animatori Luca Zocco, Francesco Marina e Giusy Zocco, ha evidenziato la bellezza del luogo in cui si trovavano e ha invitato i giovanissimi ospiti ad essere fruitori e custodi della bambinopoli presente nella città. «Ognuno di noi, nel suo piccolo – ha evidenziato l’assessore Amendolagine – deve vivere l’impegno a sentirsi e ad essere il protagonista della bellezza del proprio territorio con la sua tutela e la sua valorizzazione attraverso azioni concrete a favore dell’ambiente, per non lasciare mai la città al degrado e all’incuria. Il mio impegno quotidiano nella scuola e l’esperienza acquisita nei tanti anni di insegnamento hanno sempre confermato che la cooperazione e la collaborazione consentono il raggiungimento di importanti obiettivi. Oggi questo ulteriore momento di coinvolgimento delle scuole vuole essere un altro piccolo segnale a favore dell’ambiente. Questi bambini raggruppati in squadre eterogenee per Istituto di provenienza vuole sottolineare l’importanza della sinergia anche in tema di tutela dell’ambiente e tenuto conto della fascia di età, abbiamo voluto utilizzare il gioco di squadra per depositare un piccolo seme di riflessione sul tema della manifestazione, con la certezza che quel seme germoglierà e darà i suoi frutti con il tempo, merito anche della collaborazione da parte dei miei colleghi docenti, che ringrazio per la partecipazione, i quali svolgono nelle proprie classi il lavoro di educazione alla tutela dell’ambiente». Il dirigente Fava, nel salutare tutti i presenti, ha sottolineato che «l’attenzione a che le generazioni future possano vivere in un ambiente sano è un dovere che coinvolge ognuno e che, pertanto, è bene conoscere con consapevolezza per imparare ad assumere comportamenti adeguati. Anche in questo settore la scuola è sempre presente in modo attivo in quanto luogo essenziale per trasmettere valori positivi». Il vicesindaco Pellegrino, che detiene la delega all’ambiente, da parte sua ha ricordato: «La raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge ma è espressione di un senso civico che tutela noi tutti, motivo per cui l’impegno di ognuno deve essere sentito e quotidiano. La suddivisione dei rifiuti – ha spiegato il Vicesindaco ai bambini – prevede, per ogni tipologia, una prima selezione o differenziazione in base al tipo di materiale per poter, successivamente, indirizzare la raccolta verso il suo recupero e il suo riciclo o il verso il definitivo e corretto smaltimento». A conclusione degli interventi, il sindaco Rustico, nel salutare i presenti, ha evidenziato: «I rifiuti sono un’opportunità per tutti, Ispica ha ben recepito questo messaggio e in questo si è distinta nella provincia come la città capace di raggiungere percentuali elevate nella raccolta differenziata grazie alla collaborazione di ogni singolo cittadino. L’impegno della mia Amministrazione è stato ed è quello di sollecitare continuamente i cittadini anche con semplici iniziative che tengano comunque alto il loro livello di considerazione e di attenzione verso questo tema di grande valore, per un futuro a misura di uomo. Il mio obiettivo è sempre stato quello di far sì che la nostra città fosse protagonista nel rendere bella la nostra Sicilia, attraverso azioni concrete a tutela del verde pubblico e dell’ambiente sostenibile. Ed Ispica oggi è diventata modello da seguire per molti altri comuni. Il nostro impegno continuerà fino all’ultimo giorno affinché l’attenzione per l’ambiente sia sempre alto e lo farà proprio partendo dai più giovani per sostenerne la formazione e per far sì che possano divenire veicolo efficace per i sani principi a tutela dell’ambiente». Al termine dei giochi, ai bambini è stata data una semplice dimostrazione di come si possano riutilizzare i materiali. Infatti, cogliendo il tema del periodo natalizio, è stato realizzato un grazioso alberello con il solo uso di bottiglie di plastica. Successivamente, i bambini, “tutti vincitori”, hanno ricevuto in omaggio un piccolo gadget a ricordo della manifestazione.

di Redazione17 Dic 2014 07:12