A Scicli è finita una stagione politica. Enzo Giannone: si è dimesso

Riceviamo e pubblichiamo la lettera giunta in redazione a firma dell’ormai ex  consigliere comunale di Scicli, Enzo Giannone, il quale, come aveva già anticipato, ha atteso solo l’approvazione dello strumento finanziario e ha rassegnato le sue dimissioni, perché convinto che l’attuale stagione politica a Scicli sia finita.

“Ho comunicato in data odierna al sig. Presidente del Consiglio Comunale di Scicli le mie dimissioni dalla carica di Consigliere comunale di Scicli, dove sono stato eletto come consigliere indipendente nella lista del Partito Democratico.
Così come ho ripetutamente detto e scritto, ritenevo e ritengo che questa stagione politica dovesse aver termine con la conclusione del percorso amministrativo di approvazione degli atti finanziari necessari per la vita dell’Ente, percorso che appunto si è concluso proprio ieri sera con l’approvazione del bilancio di previsione 2014.
Non mi sembra necessario in questa sede ribadire tutte le riflessioni e considerazioni che ho sviluppato pubblicamente negli ultimi mesi, se non quella – purtroppo oggi più che mai attuale – che è compito di tutti, quindi anche della politica, ma non solo, costruire in una comunità relazioni umane e morali improntate al dialogo, al confronto e al rispetto reciproco. Sotto questo profilo, da uomo di sinistra, anche se ad oggi non iscritto al Partito Democratico, chiedo proprio al Partito Democratico, alla sua segreteria, ai suoi consiglieri comunali, agli esponenti dei suoi organismi direttivi, di fare uno sforzo, tutti insieme, per superare le profonde divisioni emerse negli ultimi mesi – vissute dal sottoscritto in Consiglio con senso di disagio e amarezza – e di impegnarsi tutti nella stessa direzione, per il bene della città.
Sono certo che Scicli uscirà presto da questa difficile fase politico-amministrativa, anche attraverso un momento di chiarezza e trasparenza che si basi soltanto ed esclusivamente su una nitida e lucida analisi dei fatti, non su teoremi o addirittura pregiudizi, come quelli apparsi fmo a ieri su certa stampa nazionale.
Così come sono certo che, come auspico da tanti anni, possa fmalmente avvenire a Scicli una vera svolta che accompagni sul piano civico quella svolta che sul piano del fermento imprenditoriale e culturale ha attraversato e sta attraversando negli ultimi anni la nostra comunità”.

di Redazione01 Ott 2014 21:10