La Castro abbandona il M5S per Partecipiamo, ma pare non sia l’unica

“E’ stata una scelta meditata e sofferta, ma alla fine non potevo fare altrimenti”. Così ci risponde al telefono Mirella Castro, ormai ex consigliere del Movimento cinque stelle e da oggi in forza a Partecipiamo.
La consigliera prova a sminuire la portata politica della sua scelta, giustamente, non vuole buttare altra benzina sul fuoco. E’ serena la Castro anche se non si aspettava tanta veemenza nella reazione degli ex compagni di partito. “Io sono una persona pulita – ripete più di una volta – ho la schiena dritta e certi atteggiamenti io non li tollero”. Non è ben chiaro a cosa si riferisca, non scende nei particolari, ma possiamo immaginare certe reazioni a dir poco scomposte. “Rimango nella maggioranza, adesso sono con Partecipiamo, che è alleato con il Movimento cinque stelle e con il quale ha pure condiviso un programma, ma io sono pulita e me ne vado a testa alta”, ripete. Quindi nessun salto dello steccato, ma è l’armonia interna che è finita. La luna di miele è finita, è stata questa la nostra domanda, con il Movimento, con il Gruppo consiliare o con l’Amministrazione? Tergiversa e poi cita il Meet up come l’elemento determinate, in questa rottura, ma solo nell’ultima fase.
“In più occasioni – prosegue la Castro – li avevo avvertiti di un certo malessere, che non era solo mio, ma hanno sempre sottovalutato i miei avvertimenti, ribadisco fatti a fin di bene. Io sono una donna che mantiene fede a ciò che dice e perciò me ne sono andata, adesso traggano le conseguenze”.
Se la Castro ha fatto fagotto, pare che altri siano già con le valigie in mano, almeno altri due consiglieri, staremo a vedere.

di Rosario Distefano17 Lug 2014 21:07