Fareverde Vittoria chiede più decoro e sanzioni in difesa delle spiagge

Apprendiamo dagli organi di stampa locale che, come ogni anno, le spiagge e il territorio di Scoglitti soffrono di un atteggiamento di enorme inciviltà, che si traduce spesso nell’abbandonare rifiuti negli arenili e il proliferare di microdiscariche abusive che ledono indubbiamente il decoro urbano della nostra frazione marinara e le sue potenzialità turistiche.
Noi Fare Verde Vittoria condividiamo le dure parole di condanna del nostro Sindaco rivolte a quanti considerano Scoglitti una “Pattumiera”.
Ma come associazione ambientalista libera, riteniamo doveroso sottolineare che questa amministrazione comunale abbia enormi responsabilità per non aver avviato negli anni, parallelamente campagne di educazione e sensibilizzazione e dure sanzioni atte gradatamente a ridimensionare queste forme di sottocultura.
Diciamo queste cose , poiché amaramente, constatiamo un operato assolutamente inadeguato per tutto il comparto ambiente, non un solo euro è stato investito in sensibilizzazione per prevenire questi fenomeni incresciosi, pur riconoscendo che è dura da estirpare la pratica “barbara” di disseminare rifiuti ovunque.
Senza alcuna ironia, noi ambientalisti ci immaginiamo con amministratori e dirigenti comunali, tutti insieme pulendo simbolicamente le spiagge, in esemplari attività di educazione pubblica e concreta rivolta a tutti i cittadini.
Purtroppo è un’altra la realtà e gronda ancora di vergogna con clamorosi scempi , un esempio fra tanti, il ripetuto barbaro rito di ferragosto, in particolare sulla spiaggia di kammarana, dove dopo una notte di campeggio selvaggio e incontrollato, montagne di rifiuti infestano spiaggia e mare.
Nel pieno rispetto istituzionale Fare Verde Vittoria suggerisce, umilmente al nostro Sindaco Giuseppe Nicosia, di emanare con urgenza e diffondere in maniera capillare , un’ordinanza comunale che sanzioni duramente chiunque abbandoni rifiuti in spiaggia e assuma comportamenti lesivi nei confronti dell’ambiente.
Qualcuno storcerà il naso, molti cittadini sensibili accoglieranno con soddisfazione l’inizio di un nuovo corso ambientale.
Auspichiamo inoltre l’avvio di una semplice ma costante campagna di sensibilizzazione su tutte le spiagge di Scoglitti attraverso l’installazione di cartelli ecologici esempio: “ Non fare il porco!!”, avvalendosi per l’aspetto estetico anche della collaborazione di artisti locali.

di Redazione11 Lug 2014 17:07