Liberi consorzi. L’Ascom di Modica invita tutti i sindaci iblei a cooperare

Il direttivo Ascom di Modica intende approfondire il dibattito sui Liberi Consorzi portando l’attenzione sullo sviluppo del territorio e del suo tessuto economico, guardando alla vocazione turistica degli ultimi anni ed alle eccellenze del territorio. “All’interno dell’associazione – afferma il presidente della sezione cittadina, Giuseppe Barone – ci si è focalizzati su un unico obiettivo: sviluppare un’idea progettuale che valorizzi i nostri tratti distintivi, realizzati in sinergia con tutti i rappresentanti del comprensorio, valorizzando i consorzi di tutela dei prodotti tipici, valorizzando le infrastrutture quali il porto di Pozzallo, l’aeroporto di Comiso, valorizzando il completamento dell’A18, quali porte d’ingresso principali al nostro territorio; e, ancora, esaltando le bellezze artistiche incluse nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco che hanno permesso lo sviluppo turistico”. Ecco perché il presidente e i componenti del direttivo Ascom di Modica auspicano e sollecitano una costruttiva opera progettuale che veda coinvolti tutti i sindaci del comprensorio della ex provincia iblea e dei territori patrimonio dell’Unesco ed insieme con tutte le categorie produttive si possa analizzare, al di là di risentimenti storici e steccati ideologici, gli attuali punti di forza e le esigenze contemporanee del tessuto economico per puntare alla costituzione di un consorzio forte e completo in tutte le sue sfaccettature al fine di poter competere sui mercati globali.

di Redazione10 Mag 2014 11:05