Meno Ibla più assistenza.

mamme disabiliLa fine ingloriosa delle Province si sta consumando ora in modo più evidente. A fine anno infatti tutti i nodi vengono al pettine ed i commissari hanno problemi per chiudere i conti. L’ avv. Scarso questa mattina si è recato a Palermo accompagnato dai dirigenti della provincia per capire come dovrà far quadrare i bilanci  dell’ente di viale del Fante. Servono circa 4 milioni di euro e non si sa dove prenderli. Ci sono state delle promesse ma poche certezze. Intanto il commissario è preoccupato per le tante responsabilità che ricadono sulle sue spalle tra le quali anche quelle della assistenza ai disabili. Ora sembra che si sia trovata una soluzione che se dal punto di vista morale può essere apprezzata a nostrop avviso lascia molti dubbi sull’opportunità politica. Infatti in  riferimento alle variazioni di bilancio approvate dalla Regione Siciliana, il Sindaco Federico Piccitto nella tarda serata di ieri si è sentito telefonicamente con l’Assessore regionale all’economia Luca Bianchi ed ha accolto la richiesta del rappresentante del Governo di utilizzare €500.000 dei fondi della legge 61/81 ( lo stanziamento complessivo era di €5.000.000), per contribuire al impinguamento del fondo destinato alle province che passerebbe, nella manovra complessiva del Governo regionale,  da € 12.000.000 a €16.000.000.  “Si tratta di una scelta   ha dichiarato il primo cittadino  da noi condivisa con il Capogruppo del Movimento 5 Stelle, On.le Giancarlo  Cancelleri,  sulla base di un preciso impegno del Governo della Regione che la decurtazione di € 500.000 dei fondi della Legge su Ibla fosse destinata a garantire il servizio di trasporto disabili della Provincia Regionale di Ragusa. Abbiamo dato il nostro assenso alla manovra   in quanto riteniamo con spirito di collaborazione e solidarietà sostenere  un servizio così importante, che deve essere garantito da un altro ente pubblico, a favore di soggetti svantaggiati”.  Dunque sembra un bel raccontino del libro cuore pieno  di solidarietà ma dobbiamo ricordare che la Provincia è a questo punto per l’assoluta mancanza di responsabilità del governo regionale prima con Lombardo e ora con Crocetta. La loro colpa è quella di poter pensare di azzerare le province senza  fare i conti con le emergenze e poi si vanno a tagliare altri fondi importanti. E’ vero tra l’altro che per ora la legge su Ibla è praticamente ferma ma questo non vuol dire che se ne può fare a meno.

di Direttore06 Nov 2013 17:11