Il tesoretto ibleo

marino“Ma come si fa a gravare in questo modo sulle famiglie, in un momento così complesso e difficile per l’economia locale e non solo? Una scelta improvvida anche perché, come abbiamo potuto verificare ieri in aula, non dettata da reale necessità”. Così la consigliera comunale indipendente, Elisa Marino, commenta i numeri del bilancio di previsione 2013 illustrati dall’assessore Stefano Martorana al civico consesso. “Ci sono otto milioni di nuove tasse in più – aggiunge Marino – che significano, tra Imu e Tares, un esborso di circa 500 euro in più per ciascun nucleo familiare. Ma era questa la novità che i grillini avevano riservato per Ragusa? Far mettere le mani in tasca, e in maniera così pesante, ai cittadini? Prima ci avevano detto che la manovra si rendeva necessaria perché il Comune era in brutte acque. Niente di più falso, così come abbiamo avuto modo di apprendere ieri. La realtà è che intendono predisporre un “tesoretto”, per ragioni politiche. E, quello che è ancora più grave, è che non sono state sostenute nella maniera dovuta le fasce deboli. L’impalcatura di questo bilancio di previsione va rivisto. E, per quanto rientra nelle competenze dell’opposizione attraverso la presentazione di appositi emendamenti, cercheremo di farlo nella maniera più articolata possibile. Ma è chiaro che la tanto decantata rivoluzione grillina si è risolta in un flop con gravi conseguenze per i ragusani”.

di Redazione20 Nov 2013 19:11

Privacy Preference Center