Calcio: il Ragusa perde (immeritatamente) al 51′ della ripresa

ragutro1Ai ragazzi ed al tecnico del Ragusa di questa stagione, che si battono senza risparmiarsi nonostante la situazione al limite del disperato che tutti conoscono benissimo, l’unico rimprovero da muove è di essere scalognati fino al midollo, scalognati senza speranza. Oggi con l’Hinterreggio è arrivata l’ennesima dimostrazione, con una rete subita tra il quinto ed il sesto minuto di recupero (immotivato) e  dopo aver sfiorato il gol ben due volte dal 45′ della ripresa in poi, nonostante fossero rimasti in dieci per l’espulsione di Alma, nata da un giallo a Iozzia per simulazione dopo essere stato buttato giù in piena area (il rigore poteva starci benissimo. Prima era stata una gara equilibrata, nella quale gli azzurri avevano giocato alla pari con una delle squadre più ostiche del campionato, meritando ampiamente il pareggio e forse anche qualcosa di più. Invece, sull’ultima punizione, per giunta battuta dopo qualche secondo di discussione nell’area affollata è spuntato fuori il tocco di Forgione a chiudere il conto quando averbbe già dovuto essere chiuso, con esito diverso, almeno da tre minuti. Negli spogliatoi il primo a riconoscere che il pareggio sarebbe stato più giusto è stato lo sportivissimo tecnico ospite Ferraro, che ha elogiato la prova del Ragusa, ancora più ammirevole viste le grandissime difficoltà affrontate dai giocatori. Non c’è, purtroppo, molto altro da dire, se non ricordare le parole del tecnico azzurro Salvatore Utro (nella foto) a fine gara: <davvero non so cosa dire, è incredibile>. Concordiamo in peino.

di Gianni Papa24 Nov 2013 21:11