Ampliamento dei cimiteri di Ragusa. La Cna a confronto con il vicesindaco

Antonella  CaldareraLa Cna territoriale di Ragusa ha incontrato il vicesindaco Massimo Iannucci per affrontare alcune problematiche riguardanti il futuro dei cimiteri. L’associazione di categoria era rappresentata dal componente della presidenza Giorgio Biazzo, delegato all’edilizia, e dalla responsabile organizzativa Antonella Caldarera. Sul tappeto, in primo luogo, la questione concernente l’ampliamento del cimitero di Ibla. Sono, allo stato attuale, circa 1.200 i cittadini in lista d’attesa, la cui richiesta non può essere soddisfatta per mancanza di spazi. L’ampliamento del cimitero consentirebbe da un lato di garantire risposte alle persone in questione e dall’altro di attivare un poco di ossigeno per le imprese del settore, oltre che per l’indotto, facendo girare un minimo di lavoro. “Abbiamo ottenuto la disponibilità del Comune – dice Caldarera – a far sì che la nostra richiesta sia valutata con attenzione. Del resto, l’ampliamento del cimitero di Ibla dovrebbe essere ormai nelle cose considerato che tutti gli spazi sono andati esauriti o quasi”.
Diverso, invece, il percorso attualmente in fase di svolgimento a Marina dove l’ampliamento è stato già realizzato e dove, nelle prossime ore, sarà dato il via, da parte del Comune, all’invio di lettere nei confronti di quei cittadini che avevano manifestato la propria disponibilità per acquisire eventuali spazi. A fronte della realizzazione di 79 mausolei, i cittadini interessati che riceveranno la lettera, collocati utilmente in graduatoria, potranno effettuare il versamento, come acconto, per l’acquisto degli spazi richiesti. Anche in questo caso la Cna ha convenuto con il vicesindaco Iannucci sulla necessità di accelerare il più possibile le pratiche per dare l’opportunità alle imprese che operano nel settore di proseguire l’azione di riqualificazione del cimitero della frazione rivierasca.

di Redazione21 Nov 2013 12:11