Rugby: scoppola napoletana per un brutto Padua

ovenocvalentiIl Padua Ragusa continua a rimanere al palo, incassando la quarta sconfitta di fila senza bonus: ma sul 14-41 inflitto ai biancazzurri dalla Partenope Napoli, a differenza che nelle gare precedenti, non ci sono recriminazioni di alcun genere. Effetto di una prova fiacca, priva di quella grinta e quella determinazioni che dovrebbero essere le dotazioni di serie per una neopromossa impegnata nella lotta per la salvezza. La squadra vista al Collana di Napoli è stata solo lontana parente del quindici sceso in campo nelle prime tre giornate, sconfitto ma sempre in partita e capace di rendere la vita difficile anche alla capolista: di conseguenza ai padroni di casa è bastata la normale diligenza nello svolgere il compito per assicurarsi cinque punti. Unica nota non negativa la situazione di classifica del Padua, rimasta sostanzialmente le stessa grazie alle sconfitte di Reggio Calabria, Rieti e Avezzano. Non è mancato qualche errore arbitrale, non determinante ma di sicuro col suo bravo peso, nel disastroso inizio del Padua: che vi ha aggiunto anche parecchi errori dei suoi, chiudendo il primo tempo sotto per 0-31 e, qual che è peggio, senza aver dato segni di vitalità. Durante il riposo coach Alessandro Dipasquale ha provato a svegliare la squadra, ma l’inizio della ripresa ha riproposto il primo tempo quasi in copia conforme, con i napoletani ancora a segno per il 38-0. A quel punto, finalmente, un accenno di reazione, con la meta di Enoc Valenti (nella foto) trasformata da Peppe Iacono. Ma è stato solo un accenno, visto che i locali (nel finale con l’uomo in meno per un rosso diretto),  hanno infilato ancora un piazzato mentre da parte biancazzurra c’è stata soltanto la seconda meta di Enoc Valenti, ancora trasformata da Peppe Iacono.

di Gianni Papa28 Ott 2013 17:10