La Giunta Municipale approva diversi importanti atti

Comune_RagusaDirettive per il rilascio delle concessioni edilizie in verde agricolo. Un atto d’indirizzo approvato stamani dalla Giunta Municipale prevede di riavviare i procedimenti revisionando le attività istruttorie. Nella stessa seduta odierna la Giunta Municipale ha anche approvato, come proposte per il Consiglio Comunale, due delibere. La prima riguarda la verifica di aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie – Determinazione del prezzo di cessione. Il secondo provvedimento riguarda la revoca della deliberazione del Commissario straordinario del 5 aprile scorso ed adozione di un nuovo atto in ordine al mantenimento della partecipazione del Comune di Ragusa all’interno dell’ATO Ragusa Ambiente ( in liquidazione), Ato idrico, Consorzio Universitario della Provincia di Ragusa, Corfilac, Distretto Turistico del Sud Est, Distretto Turistico degli Iblei, recedendo invece dalla partecipazione alla SO.SV.I.. La decisione è dettata dalla ormai cronica carenza di fonti di finanziamento che non consentono alla predetta società di svolgere quella funzione trainante nel campo occupazionale che precedentemente la distingueva.
La Giunta Muncipale ha inoltre, sempre come proposta per il Consiglio Comunale, approvato il regolamento per la disciplina per tributo comunale sui rifiuti e sui servizi “TARES”. L’Assessore al Bilancio Stefano Martorana a questo proposito dichiara: “Nel regolamento che disciplina la TARES abbiamo previsto, tra l’altro, una riduzione del 15% per le abitazioni che vengono utilizzate prevalentemente nella stagione estiva e del 15% per i fabbricati rurali ad uso abitativo. Definiti altresì degli sconti legati al raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata. Nelle zone esterne al centro urbano ( inclusi zona industriale e zona artigianale), la tassa sarà dovuta solo in misura al 40%. Per i componenti del nucleo familiare domiciliati altrove, perché impegnati in servizi di volontariato, attività lavorative all’estero, ricovero presso case di cura, non verrà considerata la persona assente al fine della determinazione della tariffa” .

di Redazione22 Ott 2013 17:10