“Al Comune di Ragusa ci sono oltre € 10.000.000 di bollette non pagate”

martorana“Al Comune di Ragusa ci sono oltre € 10.000.000 di bollette non pagate”. A dichiararlo è l’Assessore al bilancio e programmazione partecipata Stefano Martorana che aggiunge: L’Amministrazione Piccitto ha verificato l’esistenza di oltre 10 milioni di euro di bollette luce e gas non pagate tra il 2009 e il 2013. Una quota significativa di queste somme dovute non sono state neanche riportate nei bilanci degli anni precedenti, probabilmente per evitare un aumento delle imposte locali. Da una prima ricognizione, oltre 2 milioni riguarderebbero soltanto la pubblica illuminazione, mentre le somme non pagate per il sollevamento idrico inciderebbero per la restante parte. Secondo i dati a disposizione dell’Amministrazione, il servizio idrico integrato incide per quasi il 60% nella composizione complessiva della bolletta elettrica, a causa soprattutto di una rete idrica colabrodo e di impianti di sollevamento obsoleti. Nello specifico, soltanto l’impianto “Lusia” costa in termini di consumi elettrici 100.000 euro al mese, poco meno dell’impianto “San Leonardo”, che costa alle casse comunali oltre 150.000 euro al mese.
“La precedente amministrazione – aggiunge ancora l’Assessore Martorana – ha deciso di lasciare nei cassetti degli uffici comunali oltre 10.000.000 di euro di bollette per elettricità e gas. Con la stessa disinvoltura, ha preferito far maturare interessi e determinare aggravi di costo per le casse comunali. Per evitare disastri elettorali, ha preferito non pagare le bollette piuttosto che aumentare le imposte locali o ridurre i consumi. Una scelta che va contro la logica di qualsiasi buon padre di famiglia. La pubblica illuminazione e la rete idrica non hanno subito alcun intervento per il recupero dell’efficienza e le ingenti risorse derivanti da mutui e finanziamenti comunitari sono state destinate esclusivamente agli interventi più visibili e in grado di produrre effetti in termini elettorali. Oggi il nostro Comune è costretto a fare i conti con una serie di problemi strutturali, determinati da scelte miopi oltre che sbagliate”.

di Redazione21 Ott 2013 11:10

Privacy Preference Center