Il Magliocco ha anche una funzione umanitaria

aeroporto fronte«Nei giorni del fine settimana scorso abbiamo sperimentato un utilizzo “parallelo” dello scalo di Comiso, quello umanitario, contribuendo al ponte aereo per accompagnare in punti di accoglienza consoni alla dignità di ognuno i migranti e i richiedenti asilo che ormai sbarcano a centinaia sulle coste siciliane». Lo ha dichiarato Rosario Dibennardo, presidente della Soaco, la società di gestione dell’aeroporto casmeneo. «Sono stati tre i voli con migranti, direttamente serviti da autobus sottobordo, che hanno interessato la nostra aerostruttura», ha specificato Dibennardo, «le operazioni si sono svolte nella massima tranquillità e sono già finite, ma voglio comunque tranquillizzare cittadinanza e viaggiatori sul fatto che non si è vissuta nessuna emergenza. Solo la doverosa cooperazione da parte della Soaco verso le Istituzioni che soccorrono i richiedenti asilo in difficoltà «Da un punto di vista squisitamente pratico, poi», ha concluso il presidente della società di gestione, «il nostro coinvolgimento nelle operazioni dimostra non solo che lo scalo funziona e funziona anche bene, ma pure la stima che il Ministero dell’Interno ha di noi, il che non può che renderci fieri, anche in considerazione della breve operatività dell’aeroporto».

di Redazione23 Set 2013 17:09

Privacy Preference Center