Arrivati e fuggiti

profughiSalvati dalla nave della Marina Militare «Bettica» che  li ha sbarcati  sabato pomeriggio a Pozzallo, circa 170  profughi provenienti dal Etiopia, Eritrea ed altre nazioni africane. Ma appena è diventato buio un gran  numero di questi migranti sono scappati dal centro di accoglienza disperdendosi nelle campagne intorno a Pozzallo. Imprecisato a questo punto il numero dei fuggitivi che hanno fatto perdere le loro tracce nonostante le forze dell’ordine si siano immediatamente attivate. Le ricerche hanno dato solo qualche risultato positivo ma il grosso del gruppo è ormai lontano dalla cittadina ragusana. Sembra che prima della fuga notturna ci sia stato qualche momento di tensione tra le forze dell’ordine ed alcuni migranti a causa delle condizioni in cui si troverebbero coloro che vengono ospitati nel centro. E’ vero che  gli arrivi del pomeriggio avevano alterato il precario equilibrio con il quale si va avanti nel centro di accoglienza ma bisogna ricordare che non è facile continuare in queste condizioni. I costi sono ormai impossibili da sostenere e la polizia ha  difficoltà a gestire l’ordine all’interno della struttura. Il sindaco di Pozzallo ha già lanciato l’allarme perchè la situazione rischia di degenerare.

di Direttore08 Set 2013 20:09