Arrestati per furto

carabinieriModicaSono stati convalidati durante la mattinata odierna dal Tribunale di Modica gli arresti dei due ladri originari di Comiso (RG) bloccati nel week end scorso dai Carabinieri della Stazione di Modica. Si tratta di Petriglieri David Salvatore (classe 1974, pregiudicato comisano nativo degli USA) e del complice Romeo Francesco (classe 1995, disoccupato, incensurato). A conclusione di mirata attività investigativa erano stati bloccati venerdì pomeriggio all’esterno di un noto supermercato all’ingrosso modicano, ubicato lungo la SS 115, in possesso di un ingente quantitativo di bevande e superalcolici da loro poco prima rubati all’interno del suddetto esercizio commerciale. La visione dei video di sorveglianza dell’attività commerciale ha poi permesso ai Carabinieri di verificare quale fosse il modo di operare dei due ladri trasfertisti che, in tutta tranquillità, erano riusciti a portare all’esterno del negozio una decina di casse di apertivi e superalcoolici: il giovane ladro, dopo essersi recato alla cassa con la scusa di pagare il conto per la spesa di poco conto da lui artificiosamente fatta, vi rimaneva qualche secondo in più a scambiare quattro parole con la cassiera posizionandosi davanti a lei in maniera tale da ostruirne la visuale ed agevolare la fuga a piedi del complice. Quest’ultimo, approfittando dell’assenza dell’impianto anti taccheggio, correva poi all’estero portando via il carrello stracolmo di refurtiva per un valore di oltre 1000 €.

A seguito dell’arresto in flagranza di furto i due ladri erano stati tradotti in carcere a Modica Alta. A convalida avvenuta per Petriglieri è stata confermata la custodia cautelare in carcere, mentre per il giovane Romeo, scarcerato, è stato disposto l’obbligo di presentazione in caserma.

Le indagini dei Carabinieri, proseguite per tutto il week end successivo all’arresto, hanno permesso di scoprire come i furti nel supermercato da parte dei due arrestati, iniziati una ventina di giorni addietro, si siano ripetuti con frequenza quasi quotidiana permettendo loro di accumulare un ingente quantitativo di bevande alcooliche (e non) per un valore di quasi 30.000 euro. Il che ha insospettito i Carabinieri che, sospettando l’esistenza di un illecito ‘riciclo’ della refurtiva da parte degli arrestati nel mondo della ristorazione e dei locali notturni, hanno sottoposto a perquisizione alcuni bar di Pozzallo e Scicli. Proprio all’interno di un bar di Donnalucata i Carabinieri hanno rinvenuto 470 bottiglie di aperitivi e super alcoolici che, dopo essere state rubate dai due ladri comisani, erano state illecitamente cedute al gestore del bar che le utilizzava, con coscienza, per la successiva somministrazione ai suoi clienti.

Il titolare del bar, G.G. (classe 1956), incapace di dimostrarne il lecito acquisto, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Modica con l’accusa di aver ricettato i proventi dei furti operati dal Petriglieri e dal Romeo.

Anche in questo caso la refurtiva, il cui valore stimato si aggira sui 2000 €, è stata restituita al legittimo proprietario.

di Redazione15 Lug 2013 23:07