Festa al Preziosissimo sangue

La pesca di beneficenza edizione 2013Il fervore, la voglia di fare, il senso pieno della comunità Sono caratteristiche che non mancano in seno alla parrocchia di via Ettore Fieramosca a Ragusa dove sono in corso i festeggiamenti, sostenuti anche dall’Ecipa Ragusa, l’ente di formazione della Cna, per il Preziosissimo sangue di Gesù Cristo. Ieri è entrata nel vivo la tre giorni clou della festa dopo la santa messa del pomeriggio presieduta dal sacerdote Giuseppe Raimondi. In particolare, nel cortile antistante la parrocchia, come già negli anni scorsi, sono stati installati alcuni gazebo all’interno dei quali, in serata, è stato dato il via alla pesca di beneficenza, dove è possibile acquistare oggetti di tutti i tipi messi a disposizione dai componenti della comunità e il cui ricavato va a rimpolpare i progetti di solidarietà della parrocchia. Inoltre, grande attrazione è stata esercitata dallo staff gastronomico della comunità che, ancora una volta, ha fatto centro con l’ormai tradizionale sagra dell’arancina che ha galvanizzato i buongustai. E non solo. Poi, per concludere al meglio la serata, l’intrattenimento è stato garantito dalla compagnia teatrale “I preziosissimi” che ha presentato una piece divertente e al tempo stesso irriverente, dal titolo “La buon’anima di mia suocera”. La commedia brillante in due atti di Giambattista Spampinato ha fatto trascorrere due ore di sana allegria al numeroso pubblico presente. Intanto, è stato definito il programma della giornata principale dei festeggiamenti, quella di domani, domenica 9 giugno. Si comincia alle 9 e alle 11 con le sante messe. Alle 10 sarà dato il via ad un’altra sessione della pesca di beneficenza. Quindi, nel pomeriggio, alle 19, si procederà con la processione eucaristica per le vie Fieramosca, Germania, Avv. Cartia, Colleoni, Fieramosca. Ancora spazio per l’intrattenimento gastronomico, e non solo, in serata. Infatti, alle 21,30 si terrà la sagra del cannolo siciliano mentre alle 22 ci sarà l’esibizione di ballo a cura della scuola “Blue Stars” di Gianna e Vito Scollo. Il parroco don Roberto Asta e il vicario parrocchiale don Giuseppe Russelli ricordano che le offerte donate dai parrocchiani per la festa saranno devolute a sostegno del progetto “Bambini lebbrosi indiani” del dottor Antonio Salafia. Un invito, inoltre, è rivolto a coloro che abitano nelle vie attraversata dalla processione affinché rendano onore all’Eucaristia, esponendo luci e drappi.

 

 

di Redazione08 Giu 2013 20:06