Celebrazioni per i Santi Apostoli Pietro e Paolo

Don Guarnta

Da quando le due comunità parrocchiali hanno cominciato a percorrere un pezzo di strada assieme, si sono rese conto di avere anticipato i tempi. E sì perché già in periodi non sospetti, quando ancora la crisi era ancora al di là da venire, almeno nella sua forma più pesante, le parrocchie di San Pietro apostolo e di San Paolo apostolo si erano unite per rendere meno incisivi i costi, allo scopo non solo di risparmiare ma anche, e soprattutto, di aggregare, per testimoniare la propria vicinanza a tutti coloro che vivono di stenti e che non riescono ad uscire fuori dal tunnel della precarietà economica. Anche la Chiesa iblea non si sottrae alla necessità di ridurre il più possibile le spese in una fase così complessa e difficile per le comunità. “La felice intuizione avuta qualche anno fa – dicono i parroci don Salvatore Guarneri, con il vicario parrocchiale don Salvatore Giaquinta, per San Pietro e don Giuseppe Iacono, con il vicario don Andrea Pomillo, per San Paolo – si perpetuerà anche nel 2013, trattandosi di un periodo complesso e difficile. Questa festa, ogni anno, è l’occasione attesa per fare sintesi del lavoro pastorale svolto lungo tutto l’anno. Dopo il percorso formativo realizzato grazie al piano pastorale diocesano “Educhiamoci alla verità” e all’anno della fede indetto dal Papa emerito Benedetto XVI, vogliamo dare compimento al cammino fatto, dedicando la nostra riflessione durante la festa alla verifica e al confronto sulla nostra fede, al fine di avvalerci dell’esperienza dei progressi di ciascuno per l’edificazione di tutti”. Il programma dei solenni festeggiamenti prenderà il via domani, domenica 23 giugno. Entrambe le parrocchie hanno predisposto delle iniziative che, in un certo senso, si possono definire complementari. A San Pietro, la parrocchia di via Lazio, le messe di domani sono in programma alle 8, alle 10, alle 11,30 e alle 18,30. Alle 20, a cura dell’ufficio Cultura della Diocesi, si terrà il concerto del “Coro polifonico ibleo” diretto dal maestro Nello Cavallo. Lunedì 24 giugno, invece, la messa si terrà alle 9. Alle 17,30, inoltre, ci sarà la santa messa con la partecipazione dei malati celebrata da don Antonino Aprile, salesiano, e animata da don Giorgio Occhipinti, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute. Subito dopo, gli anziani e gli ammalati trascorreranno un’ora lieta con la comunità. A rendere spensierato questo momento Angelo Tidona con la sua fisarmonica. Martedì 25 giugno, sempre a San Pietro, messa alle 9 mentre nel pomeriggio, alle 18,30, la funzione religiosa sarà celebrata da don Salvatore Giaquinta e animata dai gruppi famiglia con la partecipazione di coloro che ricordano il 25esimo ed il 50esimo anniversario di matrimonio. Per quanto riguarda la parrocchia di San Paolo, invece, il programma prevede, domani, la celebrazione delle messe alle 9, alle 11 e alle 19. Alle 16,30, la comunità si incontrerà. Ci saranno tutti i gruppi parrocchiali che faranno festa insieme. Alle 20,30, l’agape fraterna. Lunedì 24 giugno, alle 8,30 la santa messa, alle 18,30 i Vespri e alle 19 la messa. A seguire l’assemblea parrocchiale sul tema “Verifichiamo la nostra fede”. Martedì 25 giugno, le funzioni religiose si terranno con lo stesso orario del giorno prima così come l’assemblea parrocchiale che è stata programmata intorno alle 20.

di Redazione22 Giu 2013 11:06