Forse ci vuole anche un pò di cuore

sfrattoIl sindaco, Giuseppe Nicosia, in relazione al gesto compiuto oggi da un muratore disoccupato che, nel disperato tentativo di salvare la propria casa, si è dato fuoco, ha manifestato “tutta la sua solidarietà per l’autore, che è poi la vittima, di un così tragico gesto, e per quanti si sono trovati coinvolti in questa tristissima vicenda”.  “Ciò che si è verificato – ha continuato il sindaco – non è stato frutto della casualità: ecco perché ritengo che, in un periodo di crisi così profonda, di dimensioni globali, sia corretto pensare ad una moratoria delle procedure esecutive. Anche persone decorose e puntigliose, infatti, non riescono, loro malgrado, ad onorare i debiti, attanagliati come sono tra istituti bancari, Serit ed agenti vari di riscossione e non sanno più come difendersi. È ovvio che i debiti vanno onorati, ma in una fase così difficile come l’attuale la sospensione temporanea delle procedure esecutive darebbe un po’ di respiro. Ciò che, purtroppo, rilevo è, a fronte di tanta disperazione, l’inerzia dei parlamentari e dei politici nazionali, che corrono dietro ai processi a Berlusconi ed a governi di più o meno larghe intese e non si preoccupano dello sconforto della gente”.

di Redazione14 Mag 2013 20:05

Privacy Preference Center