Primarie del centrosinistra, in attesa…

Dipasquale Cosentini SbezziSiamo davvero alla fine della fase di studio per la politica ragusana in vista delle elezioni del 9 giugno.  In serata si dovrebbe sapere se le primarie del centro sinistra ci saranno o meno anche se i soliti bene informati o, peggio, quelli che mirano a spararla sempre più grossa, dicono che il giocattolo si è rotto. Niente primarie dunque secondo questi osservatori  e la notizia verrà fra qualche ora dopo che Territorio, al momento in riunione nella propria sede, dopo aver esaminato la situazione e le condizioni dettate per partecipare alla consultazione di domenica 14, prenderà una decisione in merito.  Anche il PD è in riunione ed aspetta di conoscere le decisioni di Cosentini ma nelle stanze di Via Roma non c’è l’atmosfera tipica del pre primarie forse perché inconsciamente si sa già la risposta di Territorio. Il punto è capire se mancando Cosentini ha ancora senso fare le primarie e con chi. Non è escluso infatti che ci sia una defilarsi di tutti i contendenti. Ma ripetiamo le nostre sono solo supposizioni in mancanza di notizie certe. Intanto arriva la notizia che Mario D’asta che aveva chiesto di partecipare alle primarie  ha deciso di desistere : “Faccio un passo indietro e non voglio nulla in cambio, né assessorati né posti di sottogoverno. Mettiamo a disposizione del PD, del centro-sinistra e della città le nostre idee, energie ed entusiasmo! Ci  candidiamo  per rappresentare in consiglio comunale,  come Area Renzi, le ragioni del cambiamento di Ragusa e del rinnovamento della politica”   Così ha detto il giovane esponente del PD che però faceva riferimento allo scontro nelle primarie tra uno del suo partito e uno di Territorio. Il suo gesto serviva a rafforzare il PD. In diverse situazioni cosa accadrà all’area Renzi? Ad attendere i risultati dei due incontri di questa sera ma soprattutto di quello di Territorio del quale vediamo una foto  c’è anche il PDL o la parte che resta del partito. C’è in atto il pericolo di una  spaccatura che si potrebbe concretizzare alla luce di quello che si deciderà in serata. Il PDL infatti, diversamente dal passato, deve attendere le decisioni degli altri prima di fare la propria in modo definitivo perchè servono accordi precisi e garanzie. Ma in questi periodi tutto è instabile e nessuno può garantire nulla.

di Direttore05 Apr 2013 20:04