Acqua più garantita.

cloro  Una maggiore sicurezza per la qualità dell’acqua che  è immessa nella rete idrica di Ragusa. Il  cottimo fiduciario relativo alla fornitura ed installazione presso l’impianto di sollevamento  San Leonardo di un generatore di biossido di cloro, è stato aggiudicato alla ditta “Prominent” di Bolzano. La stessa ha offerto un ribasso del 12,118% su un importo a base di gara di € 24.000 Iva inclusa.  La società aggiudicataria che per contratto ha 15 giorni di tempo per installare il generatore di biossido di azoto ha  assicurato che sarà in grado di completare i lavori e mettere in funzione l’impianto entro dieci giorni. Circa il 75% dell’acqua erogata in Italia è sottoposta a disinfezione prima di essere  distribuita.   Il disinfettante più utilizzato è il cloro, sotto forma di ipoclorito sodico, seguito dal biossido  di cloro. E’ abbastanza diffuso l’utilizzo del cloro gassoso (Cl2), mentre l’ozono è impiegato   negli impianti di potabilizzazione di acque superficiali, con il ruolo di ossidante primario.   Un censimento realizzato da Federgasacqua (1997) ha fornito i seguenti dati:    il 13 % delle acque erogate non viene sottoposto ad alcun trattamento di disinfezione;  il 45% delle acque erogate subisce un trattamento di ossidazione primaria;  il 26% delle acque erogate subisce un trattamento di ossidazione intermedia;  l’80% delle acque erogate subisce un trattamento di disinfezione finale. Ne consegue che i reagenti maggiormente impiegati per l’ossidazione primaria sono il biossido di cloro, l’ipoclorito di sodio, l’ozono e, con minor frequenza, l’aria, il permanganato di potassio.  Nell’ossidazione intermedia i reagenti sono l’ipoclorito di sodio, l’ozono e il biossido di  cloro.   Nella disinfezione finale, l’ipoclorito di sodio è ancora il reattivo maggiormente impiegato, seguito dal biossido di cloro.  “Mi ritengo pienamente soddisfatta – dichiara il Commissario dott.ssa Margherita Rizza – del lavoro che abbiamo portato avanti con la piena collaborazione e disponibilità dei tecnici dell’ufficio idrico che hanno in tempi celeri definito l’iter che oggi ci consente di affidare i lavori per l’installazione del generatore di biossido di cloro che tratterà, prima di essere immessa nella rete idrica,  l’ acqua dell’impianto di sollevamento di San Leonardo”.

 

di Redazione22 Apr 2013 13:04

Privacy Preference Center