Vittoria, mercato ortofrutticolo e dei fiori: istanza sindacale

mercatoortofrutticoloAldo Caruso, segretario provinciale dell’U.G.L. Autonomie ibleo ed R.S.U. al Comune di Vittoria, scrive ai vertici burocratici ed al sindaco, Giuseppe Nicosia, chiedendo, a tutela della salute del personale addetto alla custodia del “mercato ortofrutticolo” e del “mercato dei fiori”, di avviare con urgenza le procedure di gara per l’acquisto del necessario vestiario da lavoro provvedendo, al contempo, alla fornitura immediata di mezzi idonei al riscaldamento dei locali ove tale personale svolge il proprio lavoro.

“I lavoratori che svolgono il servizio di custodia del ‘Centro di Commercializzazione dei Prodotti Ortofrutticoli’ e del ‘Mercato dei Fiori’ – scrive Caruso – nonostante ripetute richieste ancora oggi non sono stati forniti del necessario abbigliamento da lavoro; gli stessi inoltre patiscono una dannosa esposizione alle temperature invernali, nel loro caso particolarmente rigide atteso che il servizio in questione inizia in ore decisamente antelucane, disagio questo aggravato dalla quasi inesistente coibentazione dei locali ove viene svolto il lavoro, locali peraltro privi di alcuna forma di riscaldamento…”. Per questo motivo Aldo Caruso chiede ai suoi interlocutori “l’avvio urgente delle procedure di gara necessarie all’acquisto dell’abbigliamento da lavoro per il personale addetto al servizio di custodia presso il “Centro di Commercializzazione dei Prodotti Ortofrutticoli” e del “Mercato dei Fiori” e la fornitura immediata di una adeguata attrezzatura atta a riscaldare i locali ove viene svolto il lavoro succitato, rendendosi sin da subito disponibile ad un incontro, nel breve termine, avente per oggetto il celere superamento del problema nell’interesse esclusivo della salvaguardia della sicurezza, dell’incolumità e della salute dei Lavoratori interessati …”. “La soluzione ai problemi denunciati dai Lavoratori interessati – aggiunge Caruso – riveste il carattere della gravità e dell’urgenza attenendo non tanto ad una rivendicazione meramente economica quanto ad una legittima istanza di salvaguardia e tutela della salute del personale. Va inoltre evidenziato che già allo stato attuale quei Lavoratori sono tutti molto avanti negli anni e nella loro quasi totalità sono gravati da problemi alla salute che nelle condizioni attuali rischiano di aggravarsi ulteriormente (cosa questa che finirebbe anche con il gravare sul servizio a causa dei prolungati periodi di malattia cui potrebbero andare incontro i colleghi in questione)”.

di Redazione18 Dic 2012 11:12