La procura autorizza la bonifica dell’area sequestrata

BONIFICA1Bonificata l’area di proprietà comunale, sita in contrada Pezza a Santa croce Camerina e posta sotto sequestro il 23 novembre a seguito della denuncia dell’amministratore della ECOSEIB Giuseppe Busso, per deposito incontrollato di rifiuti in un’area di proprietà comunale, al sindaco e ai dirigenti della città camarinese.

La bonifica è stata effettuata sotto il controllo dei carabinieri della locale stazione, di un tecnico dell’ARPA, dell’assessore Rosario Pluchino e del legale del comune Mimmo Barone che dichiara: “Abbiamo chiesto la bonifica del sito, perché l’amministrazione riteneva che c’erano delle motivazioni di carattere igienico sanitario. Chiederemo altresì il dissequestro dei mezzi che per l’ente, per le finalità istituzionali, sono di fondamentale importanza”. L”intera area rimane sotto sequestro. “La procura ritiene che ci possa essere la reiterazione del reato – dice ancora il legale – noi, invece, siamo convinti esattamente del contrario.

“la Procura dovrà accertare le responsabilità di quanto è successo”, Dichiara Pluchino, “ma siamo convinti che tutto verrà risolto nel più breve tempo possibile, L’amministrazione ha lavorato nell’interesse dei cittadini e alcuni esternazioni di movimenti o singoli cittadini sembrano davvero fuori luogo”.

Sono risultate nella norma i valori delle analisi che l’ARPA ha effettuato il giorno del sequestro, l’avvocato Barone ha chiesto che il tecnico incaricato alla supervisione di bonifica a fine lavori facesse nuovi rilievi a conferma che nessun danno è stato causato al terreno sottostante.

Resta da definire la vicenda di natura economica con un contenzioso in atto tra l’amministrazione e la ditta privata. “Dopo la diffida inoltrata dal nostro legale al Comune –afferma il responsabile della ditta Ecoseib, Peppe Busso – il conteggio dei servizi effettuati, il cosiddetto stato di avanzamento dei lavori è stato fatto, resta l’incognita del saldo delle fatture che, incluso il mese di novembre, ammontano a 560 mila euro”.

di Redazione11 Dic 2012 16:12