Pallamano: prima di serie B per l’Handball Crazy Reusia

reusia1Dopo l’anno di fermo imposto da una situazione difficile, confusa e mal gestita dalla Federazione, e dopo un precampionato di basso profilo voluto per evitare eccessive attese ed illusioni, Ragusa ritrova la B di pallamano, amaramente persa dopo la magica stagione del fantastico secondo posto.

 Domani a Palermo, contro la Valens Bagheria, prima di campionato per la Handball Crazy Reùsia: società “vecchio-nuova” creata per far rivivere la lunga, gloriosa tradizione della nostra palllamano. Presidente Riccardo Tasca, mitico portiere, allenatore Piero Gennaro, pivot Renato Savarese, altro pezzo di storia della pallamano ragusana, “soltanto” giocatore Saro Cappello (patron, anima e tuttofare della “vecchia” Reusia giunta seconda) sulla cui presenza tutti avrebbero scommesso ad occhi chiusi anche l’ultimo euro: poi il gruppo Reusia 2011-2012, affiatato, entusiasta, appassionato, deciso a rinnovare il passato prestigio ripartendo da dove aveva finito. L’impegno primario della società mira a far rinascere la passione per la pallamano e ricreare una scuola tra le più valide in Sicilia, rientrando nel giro della serie B con umiltà: si punta alla salvezza, ma senza mai dimenticare di essere eredi di una storia della quale essere orgogliosi. Dopo la prima con la Valens, dal pronostico incerto, una giornata di riposo e l’esordio al PalaColor, previsto per sabato 17.

di Redazione03 Nov 2012 14:11