Chocobarocco 2013: un bando per la gestione triennale della manifestazione

riunione chocobarocco2013Cioccolato, enogastronomia e promozione del territorio. Saranno questi gli ingredienti fondamentali della prossima edizione di Chocobarocco. Come già avevamo anticipato, la manifestazione salta l’edizione autunnale del 2012 per concentrarsi sul prossimo appuntamento che si svolgerà a Modica dal 7 al 10 marzo 2013. Una grande kermesse dedicata al cioccolato, vero unico protagonista indiscusso ma non solo. Si punterà sul territorio e sulla sua valorizzazione e promozione con un calendario ricco di appuntamenti enogastronomici e culturali. Questa mattina a Palazzo san Domenico si è svolta una riunione operativa per la stesura del bando che sarà pubblicato per la gestione della manifestazione. Infatti grande novità della prossima edizione sarà proprio la nuova gestione. Restano ovviamente come attori principali il consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica, l’amministrazione modicana e la camera di commercio, ma i dictat regionali sulla mancanza di fondi, hanno imposto la necessità di coinvolgere nell’organizzazione anche enti privati. In particolare l’incontro svoltosi questa mattina ha portato alla stesura di un documento programmatico che segna l’esordio della manifestazione prossima. Il documento sottolinea alcune peculiarità dell’azione che deve svolgersi in favore della manifestazione e della sua gestione: la forte caratterizzazione tra il Cioccolato e il Territorio, il protagonismo dei produttori del cioccolato, i saloni enogastronomici a tema che valorizzino, collateralmente, i prodotti del territorio. Il tutto accompagnato dai grandi eventi ( dal 7 al 10 marzo 2013) che riguardano gli aspetti scientifici, culturali e di intrattenimento della manifestazione. Il documento di programmazione indica una gestione triennale ( 2013-2015) per imprese che hanno gestito per almeno un triennio eventi; di comprovata esperienza maturata autonomamente o in associazione con altri soggetti, nell’organizzazione di servizi ricreativi, eventi, fiere, saloni a tema enogastronomico e/o dolciario. La manifestazione dovrà mantenere il connubio tra commercio di qualità ed evento turistico/culturale/didattico ed incrementare gli interventi mirati a: ottenere una partecipazione di pubblico e di espositori più internazionale; creare un maggiore coinvolgimento di esercizi pubblici e strutture ricettive della città; coinvolgere istituzioni turistiche/museali/culturali attraverso l’organizzazione di visite guidate, mostre tematiche, approfondimenti su enogastronomia locale. La Giunta municipale adesso dovrà adottare il documento di programmazione, nominare il RUP e quindi redigere il disciplinare di gara per l’affidamento gestionale della manifestazione che entro la fine dell’anno dovrebbe concretizzarsi con la firma del contratto con l’impresa che si aggiudicherà la gara.

di Redazione09 Nov 2012 16:11