Dal 5 novembre si vola da Sigonella: il vademecum del passeggero

nicotorrisiIl piano Sigonella 2012 predisposto da SAC è ormai pronto a partire. Oggi la presentazione ufficiale alla stampa da parte dell’Ad Nico Torrisi, del Direttore Generale SAC Renato Serrano e del Direttore Enac Ct Vincenzo Fusco. Nella foto Torrisi e Serrano. Nonostante i lavori straordinari alla pista, che sarà inagibile dalla mattina del 5 novembre – dopo la partenza dei primi voli da Fontanarossa che a seguire si posizioneranno su Sigonella – alle ore 24 del 5 dicembre, l’Aeroporto di Catania Fontanarossa “resta aperto” solo per le operazioni di check-in e controlli di sicurezza (partenze) e ritiro bagagli (arrivi).

Si atterra e si decolla da Sigonella collegata a Fontanarossa da autobus navetta per il trasporto dei passeggeri e da furgoni per i bagagli.  Usurata da 50 anni di attività, la pista di Fontanarossa con i suoi 2560 metri di lunghezza sarà trasformata in un grande cantiere a cielo aperto dove squadre di operai specializzati lavoreranno H24 (notte e giorno, anche di domenica) per ricostruirla dalle fondamenta (scavando fino a 48 cm di profondità) e per accelerare il più possibile la riconsegna del manufatto. Si tratta di lavori straordinari di riqualificazione dell’Air Side che comprendono anche la realizzazione delle strip laterali di sicurezza.  Nei 30 giorni dei lavori – come è noto – i voli partiranno e arriveranno dalla pista della vicina base militare di Sigonella grazie a un accordo sottoscritto dall’Aeronautica Militare, dall’Enac e dalla società di gestione dello scalo di Catania, che sostiene gli ingenti oneri finanziari dell’operazione. Un caso unico, in Italia quello dell’aeroporto “aperto” con la pista interessata da lavori di manutenzione straordinaria. Di solito lo scalo chiude e il traffico viene spostato su aeroporti vicini. Non poteva accadere così per Catania dove Fontanarossa (il più grande della Sicilia e del Sud Italia, sesto fra gli scali italiani con circa 7 milioni di passeggeri all’anno) è per i siciliani di sette province l’unica infrastruttura dell’isola che garantisce la mobilità e il superamento della marginalità geografica. Infine un dettaglio tecnico: i primi voli mattutini di lunedì 5 novembre partiranno e arriveranno regolarmente da Catania Fontanarossa per posizionarsi nelle ore a seguire su Sigonella da dove saranno operativi per i successivi 30 giorni. Prima partenza alle 9.55 per Milano Linate (a seguire Roma Fiumicino alle 10.00). Primo arrivo alle 7.55 da Linate (da Fiumicino alle 8.45).

 

Per i passeggeri non cambierà nulla poiche dal 5 novembre al 5 dicembre si parte e si arriva sempre da Fontanarossa. Cambia solo la pista di decollo e atterraggio che per 30 giorni sarà  quella di Sigonella, operativa dalle ore 6 alle 24 e qui di occorrerà più tempo per le operazioni di imbarco.  Ecco un piccolo vademecum  

PARTENZE. I passeggeri in partenza dovranno presentarsi al check-in del terminal Fontanarossa 3 ore prima dell’orario di partenza del volo. Le operazioni di accettazione si chiudono 90 minuti prima dell’orario partenza e anche chi viaggia con web check-in dovrà allinearsi alle istruzioni indicate da SAC per scongiurare affollamenti ai varchi di sicurezza dove ci si dovrà presentare con sufficiente anticipo (massimo 90 minuti prima della partenza).

 

Dopo il passaggio ai varchi di sicurezza e le eventuali operazioni di dogana e frontiera i passeggeri, ormai in area sterile, verranno trasportati a bordo di bus navetta nella base di Sigonella. Non è consentito l’accesso autonomo a Sigonella da parte di passeggeri e/o eventuali accompagnatori. All’interno della base non è consentito fare foto o riprese video (i trasgressori saranno puniti secondo quanto previsto dal Codice Penale).  

ARRIVI. I passeggeri che atterrano a Sigonella, invece, sbarcheranno a Fontanarossa dopo circa 60 minuti: il tempo stimato per consentire le operazioni di sbarco e di percorrenza dei bus navetta dalla base militare allo scalo etneo. 

In considerazione della complessità delle operazioni di sbarco e di trasferimento a Catania dei due differenti convogli (bus navetta per i passeggeri e furgoni per i bagagli, che verranno ritirati a Fontanarossa nell’apposito nastro in area Arrivi) SAC, che sta affrontando l’operazione Sigonella 2012 con un grandissimo impegno in termini di uomini, mezzi e investimenti in denaro, ipotizza possibili ritardi e chiede sin d’ora la massima collaborazione da parte degli utenti, consapevoli dell’eccezionalità dell’evento. 

I passeggeri disabili e i PRM (i passeggeri a ridotta mobilità) potranno contare come sempre su mezzi di trasporto speciali che, in anticipo rispetto agli altri viaggiatori, li condurranno a Sigonella per il pre-imbarco. Eccezionalmente, in considerazione delle rigorose misure di sicurezza da predisporre gli accompagnatori dei passeggeri disabili e PRM non potranno viaggiare insieme sul mezzo di trasporto speciale da/per Sigonella/Fontanarossa.

 

I bagagli da imbarcare saranno consegnati al check-in, mentre quelli a mano viaggeranno sul bus navetta col passeggero. Per chi sbarca a Catania la riconsegna bagagli sarà effettuato come di consueto sul nastro. Tutti i servizi aeroportuali (biglietterie, parcheggi, rent-a-car, banca, cambio, bar e ristorante) saranno regolarmente in funzione a Fontanarossa in coincidenza con l’operatività dell’aerostazione. 

A disposizione degli utenti è il Customer Care della SAC che risponderà, 7 giorni su 7, all’indirizzo email info@aeroporto.catania.it” target=”_blank”>info@aeroporto.catania.it in italiano o in inglese.

 Tutte le informazioni sui voli del giorno sono pubblicate in tempo reale sul sito della SAC, www.aeroporto.catania.it, nella sezione Informazione voli/Voli del giorno. Il sito, in italiano e inglese, è consultabile da pc, tablet e palmari con diversi sistemi operativi. Eventuali ulteriori informazioni sui voli e sulle modalità di riprotezione vanno chieste alle stesse compagnie aeree.  72 voli al giorno e 4 movimenti l’ora. E’ necessariamente ridotto il Piano dei Voli per Sigonella rispetto all’offerta di tratte e al numero di collegamenti giornalieri che può garantire l’Aeroporto di Catania Fontanarossa quando è a pieno regime. Ma occorre considerare che novembre è statisticamente un periodo di bassa stagione e l’operativo voli, con l’ingresso della Winter (la stagione invernale del trasporto aereo), vede una riduzione del volato che, tuttavia, non andrà ad incidere sull’offerta di collegamenti con le principali città italiane e sul numero reale di posti a disposizione dei viaggiatori: per Sigonella 2012, infatti, le compagnie aeree mettono in pista macchine più grandi con l’obiettivo di aumentare il coefficiente di riempimento degli aeromobili. Quindi meno aerei, ma più capienti e con più posti occupati.  Una settimana-tipo da/per Sigonella prevede un congruo numero di collegamenti con gli hub di Roma (Fiumicino) e Milano (Linate e Malpensa), oltre a collegamenti diretti con le principali città italiane: Torino, Verona, Bologna, Pisa, Napoli e Bari garantiti dalle principali compagnie italiane che hanno accettato di volare su Sigonella (Alitalia, Airone, Meridiana, Air Italy, Easy Jet, Blu Panorama, Volare). Voli diretti con la Germania (Stoccarda, Dusseldorf, Berlino e Monaco) sono serviti da Air Berlin e da Lufthansa. Infine il collegamento con La Valletta, raggiungibile con il vettore Air Malta.  Questi i collegamenti tipo . 

Voli nazionali :    dal lunedì al venerdì sono ogni giorno 30 i voli da/per Roma Fiumicino (15 arrivi e 15 partenze, la prima partenza alle 6.40, check-in a Fontanarossa dalle 3.40; ultima partenza alle 20.00, check-in dalle 17). Trattandosi di una specifica rotta-business, privilegiata durante la settimana per ragioni di lavoro, la rotta da/per Roma Fiumicino vede ridurre i voli a 24 (12 arrivi e 12 partenze) il sabato e a 23 la domenica (12 arrivi e 11 partenze).  

Milano Linate ha 16 voli giornalieri (8 arrivi e 8 partenze; il primo volo parte alle 7.30, check-in dalle 4.30; l’ultimo alle 22.05, check-in dalle 19.05. Gli arrivi: il primo alle 7.55, l’ultimo alle 22.15). Malpensa da 2 a 3 collegamenti giornalieri (A. 9.10; P. 10.25. A. 21.00; P 22.15. A. 23.00). Anche per la rotta-business da/per Linate il sabato e la domenica i voli si riducono (da 16 diventano 14: 7 arrivi e 7 partenze).  

Voli internazionali

 Stoccarda: il lunedì (A 12.45; P 14.00) e il sabato (A. 13.30; P. 14.45);

 Berlino martedì (A 12.45; P. 14.00);

 Dusseldorf il mercoledì (A 12.45; P 14.00) e il sabato (A. 12.45; P. 14.00);

 Monaco due voli il sabato (A11.35; P. 12.50 e A.17.00; P. 18.15) e 1 domenica (A. 16.25; P. 17.40)

 Malta: lunedì (A.14.25; P.15.40), mercoledì (A.15.55; P. 17.10), venerdì (A.17.30; P.18.45) e  due voli il sabato (A. 8.00; 9.15 e A.18.25; P. 19.40.

 Tutte le altre tratte nazionali e internazionali, generalmente coperte da voli diretti dall’Aeroporto di Catania Fontanarossa, durante i 30 giorni dei lavori straordinari alla pista, dovranno essere programmate dai passeggeri via Roma o via Milano, individuando le coincidenze disponibili sugli gli scali di Fiumicino, Linate e Malpensa.

 

di Redazione31 Ott 2012 16:10