Chiusa la campagna elettorale. Contravvenzioni per migliaia di euro

affissioneselvaggiaSi è conclusa la campagna elettorale per l’elezione dell’Assemblea Regionale Siciliana, dalla scorsa notte è imposto ope legis il divieto di ogni ulteriore propaganda elettorale, fino alle 22.00 di domani.  L’attacchinaggio” selvaggio purtroppo è una malattia che affligge tutto il Paese ed è quindi necessario che vi sia uno stretto controllo da parte degli organi di vigilanza. Nei trenta giorni circa di propaganda elettorale “regolamentata”, i reparti  dei Carabinieri dipendenti, operanti sui comuni della provincia Iblea hanno complessivamente contravvenzionato 453 persone, tra “attacchini” e committenti. I verbali, ora, saranno trasmessi alla Prefettura di Ragusa per la determinazione dell’importo della sanzione che può andare da 103 a 1032 euro, senza la previsione di un possibile pagamento in misura ridotta.  ( secondo i nostri calcoli  dovranno essere incassati  dunque da 40 mila a 400 mila euro pagati da politici e loro affiancatori che si potrebbero spendere intanto per ripristinare i luoghi che sono stati imbrattati ma anche per opere sociali) .  I controlli, peraltro raccomandati dal Prefetto di Ragusa, continuano, al fine d’impedire qualsiasi tipo di nuova affissione, finire di staccare eventuali manifesti abusivi ancora sfuggiti al controllo e quelli eventualmente affissi stanotte, nonché impedire ogni tipo di propaganda nei seggi ed entro una distanza di duecento metri dalle sezioni elettorali, e proseguiranno fino alla sera di domenica alle ore 22.00, nel momento in cui le urne si chiuderanno e tutti gli elettori avranno liberamente espresso la propria volontà.

di Redazione27 Ott 2012 10:10