Studenti Alberghiero: nessun accordo con l’Ast. La soluzione: il trasporto privato

autobus astIl tempo sta scadere. E’ necessario trovare una soluzione prima di lunedì mattina perché il finanziamento della Provincia per il trasporto degli studenti copre solo fino a sabato. Tuttavia l’Ast è irremovibile: non può garantire il servizio per gli studenti di Comiso e Vittoria che dalla stazione di Modica devono raggiungere gli l’Istituto Alberghiero Grimaldi e il Liceo musicale ubicati alla Sorda

. Oltre duecento studenti che questa mattina aspettavano risposte concrete che non ci sono state perché durante l’incontro di ieri pomeriggio tra le parti coinvolte nella vicenda, non è stato trovato nessun accordo. Ora l’unica strada percorribile sembra essere il trasporto privato. Ma a spese di chi? Un incontro dai torni cordiali ma decisi quello che si è svolto ieri pomeriggio tra il sindaco Antonello Buscema, l’assessore modicano alla pubblica istruzione Tato Cavallino, il dirigente scolastico e il vicepreside dell’Istituto Grimaldi , i rappresentanti di Cub Trasporti e i vertici dell’Ast di Modica e Palermo. L’Ast ha ribadito di non poter in nessun modo garantire il servizio: “Abbiamo quattro mezzi che girano la mattina a Modica se ne togliamo tre, che sono quelli necessari perché gli studenti sono tanti, a Modica sarebbe il caos”, sancisce Paolo Bonaiuto dell’Ast Modica. “La situazione per l’Ast è davvero nera – fa eco Domenico Levantino dell’Ast di Palermo – Non ci sono più fondi dalla regione e una circolare di questi giorni ci impone di non riparare più i mezzi in avaria che saranno quindi fermati. Sarà sempre peggio. Anche in altri comuni come Acate dove ogni giorno più di trecento studenti si spostano a Vittoria abbiamo dovuto dimezzare il servizio”. Una situazione che non lascia altra via d’uscita se non quella di rivolgersi ad un servizio privato, come ha ribadito il sindaco Buscema: “Chiederemo ora l’intervento dei Comuni di Vittoria e Comiso, fin ora latitanti, che devo interessarsi dei propri studenti. Non sono studenti modicani e le scuole superiori sono di competenza della Provincia. Il comune non ha quindi l’obbligo di occuparsi della vicenda. Detto questo è ovvio che non possiamo lasciare gli studenti a piedi per Modica. Dobbiamo cercare una soluzione con gli altri Comuni”. “Il Comune di Modica non ha i fondi e le competenze per questa vicenda”, ribadisce l’assessore Tato Cavallino. Presenti all’incontro i rappresentanti di Cub Trasporti, Salvatore Ragusa e Giovanni Urso che hanno spiegato il servizio che ora viene effettuato con lettorine o autobus sostitutivi che partono da Comiso e Vittoria. Proprio per agevolare gli studenti sarà anche anticipato l’orario perché ora il treno arriva a Modica alle 8.05 ma i ragazzi arrivano troppo tardi a scuola. Il treno sarà quindi anticipato e arriverà a Modica alle 7.45. Per i rientri sono state delle soluzioni ad hoc con gli orari degli studenti che hanno giorni con orari più lunghi e rientri pomeridiani. Cub Trasporti ha assicurato massima disponibilità anche in vista degli oltre 200 abbonamenti in arrivo. Il problema continua ad essereil trasporto fino a scuola ma l’assegnazione a privati rimane l’unica soluzione percorribile. Resta solo da decidere entro sabato chi lo finanzierà. Intanto gli studenti aspettano ancora una risposta.

di Redazione20 Set 2012 11:09