Alberghiero di Modica: a scuola gli studenti di Vittoria e Comiso ci arrivano a piedi!

Sono circa 190 gli studenti di Vittoria e Comiso, allievi dell’Istituto alberghiero Principi Grimaldi, che questa mattina per raggiungere la loro scuola a Modica hanno dovuto arrangiarsi in ogni modo. Perché con la soppressione delle corse dell’Ast già avvenuta, gli studenti pendolari oggi, primo giorno di scuola, hanno trovato soppresso il loro consueto autobus che li portava a Modica.

Una notizia che da ieri sera è rimpallata tra i comuni interessati domandandosi chi avesse la responsabilità di portare questi alunni alla propria scuola. Un grido d’allarme che è partito ieri dal dirigente scolastico, Giuseppe Fava, nel giorno del suo stesso insediamento. Nessuno lo avrebbe pre informato di quanto stava accadendo e a poche ore dal suono della prima campana ha dovuto chiedere un intervento straordinario all’amministrazione, al Prefetto e alla Provincia, a favore del diritto allo studio. Il commissario straordinario alla Provincia Regionale di Ragusa, Giovanni Scarso, questa mattina in visita in alcuni istituti della provincia e sempre molto vicino agli studenti, non ha lasciato inascoltato la richiesta di aiuto del dirigente scolastico del Grimaldi e per venire incontro agli studenti, la Provincia ha dato un contributo alla scuola per tamponare il problema nei primi giorni. “E’ solo un piccolo contributo – ha sancito il commissario Scarso – perché nei primi giorni la scuola organizzi degli autobus per gli studenti di Comiso e Vittoria in modo che possano raggiungere il loro Istituto. Il problema però si ripresenterà a breve e deve essere il Comune ad occuparsene. L’Ast ha sospeso le corse ma questi studenti hanno il diritto di poter frequentare la loro scuola e non basta che arrivino con il treno alla stazione di Modica, la scuola è troppo lontana per poterla raggiungere a piedi” Da parte sua l’amministrazione di Modica, con l’assessore Tato Cavallino, ha risposto che sarà fatto tutto il possibile per gli studenti ma che si deve necessariamente trovare un accordo con l’Ast perché l’amministrazione non può utilizzare dei fondi, per altro inesistenti, per organizzare dei pullman ad hoc solo per gli studenti del Grimaldi. “E’ un servizio che spetta all’Ast – afferma perentorio l’assessore – Il comune non ha ne le risorse ne le competenze per far fronte a un tale servizio”. Intanto oggi gli studenti di Comiso e Vittoria erano al loro banco e lo saranno anche nei prossimi giorni, in attesa però che Ast e amministrazione trovino al più presto una soluzione.

di Redazione14 Set 2012 13:09