Tabelloni pubblicitari abusivi

tabelloneA Modica si stanno svolgendo indagini per dare trasparenza e tranquillità ad un settore che sembra in mano a società senza nessuno scrupolo. Si parla della pubblicità attraverso manifesti e tabelloni. Ogni giorno nascono in zone di una certa importanza per il numero delle persone che le frequentano impianti pubblicitari  che non hannop nessuna autorizzazione. Il Nucleo Operativo di Polizia Edilizia e Abusi pubblicitari della polizia locale di Modica ha individuato i proprietari degli impianti pubblicitari, 6 x 3, installati nel Quartiere Sacro Cuore. Dagli accertamenti esperiti, è emerso che l’installazione è stata effettuata da una società del settore siracusana che è stata, conseguentemente, sanzionata secondo quanto previsto dalla legge.  Il Noe ha, oltremodo, provveduto a trasmettere gli atti agli uffici comunali competenti per provvedere a tutti gli adempimenti necessari riguardanti l’obbligo di rimozione degli impianti installati sia su suolo pubblico che su suolo privato.  E’ risultato, tra l’altro, che la procedura del cosiddetto “silenzio-assenso” della quale si sarebbe avvalsa la ditta esecutrice, non era perseguibile, perché i tempi erano stati sospesi, dopo la presentazione della domanda per la concessione, poiché erano stati chiesti dagli uffici comunali, documenti ad integrazione della stessa.

“Dal momento dell’installazione – spiega il comandante della polizia locale, Giuseppe Puglisi – abbiamo avviato tutte le procedure di nostra competenza per l’individuazione dei responsabili dell’abuso e conseguentemente abbiamo provveduto a sanzionare i trasgressori. Adesso saranno gli uffici comunali preposti a procedere per i provvedimenti che porteranno all’obbligo di rimozione degli impianti pubblicitari. Viepiù il nostro Nucleo Operativo ha provveduto a fare eseguire la defissione dei manifesti pubblicitari già installati nelle strutture 6 x 3”. La stessa prassi dovrebbe essere svoltaq negli altri centri della provincia per evitare abusi e concorrenza sleale in un settore molto delicato e chiaramente in crisi. 

di Redazione02 Lug 2012 12:07