Modica : “Il consiglio non ha rispetto di se stesso” Le opposizioni attaccano

Palazzo-San-DomenicoLa semifinale tra Italia e Germani ieri ha fatto molte vittime tra i consigliri comunali di molte città A Modica però l’argomento era assai importante ed il Sindaco  Buscema con una sua nota, interviene sullo scioglimento della seduta del consiglio comunale che doveva affrontare, ieri sera  il conto consuntivo del 2011.Questo è il commento del primo cittadino: L’Amministrazione comunale viene spesso accusata di non avere rispetto delle prerogative del Consiglio comunale, ma in quest’occasione è il Consiglio che ha dimostrato di non avere rispetto di se stesso. La sessione di Bilancio è tra le più importanti che contraddistinguono l’attività  del Consiglio e l’Amministrazione avrebbe sperato di riscontrare nei consiglieri un interesse a discutere il Conto Consuntivo pari all’impegno con cui abbiamo predisposto gli atti in tempo e ci siamo preparati a presentarli alla Città , corredati del parere estremamente positivo del Collegio dei Revisori dei Conti.  Esprimo il più profondo rammarico mio e dell’Amministrazione per quest’episodio che di certo non incoraggia la fiducia dei nostri concittadini nei confronti dell’attività  di chi li dovrebbe rappresentare avendone a cuore le priorità .

Esortiamo pertanto tutti i Consiglieri, di maggioranza e di opposizione, a far sì che quello che consideriamo solo uno spiacevolissimo incidente non abbia a verificarsi più, specie quando in gioco ci sono le nostre responsabilità  più importanti, ovvero quelle che riguardano i conti del nostro Comune.  Ma  per le opposizioni non ci sono scuse che tengano ed il consigliere d’Antona affonda il suo attacco all’ammnistrazione che dimostra di avere ormai il fiato corto:      La maggioranza Pd-Mpa, con Np, che governa al Comune di Modica dimostra di essere completamente allo sbando.

 

    Dopo due appelli andati a vuoto nella serata di mercoledì 27, anche giovedì 28, quando occorrevano soltanto dodici consiglieri per rendere valida la seduta, all’appello si sono presentati solo undici consiglieri, di cui solo otto della maggioranza, facendo saltare la seduta ed anche la sessione del bilancio.

 

    Si conferma il giudizio che in questi mesi abbiamo dato in merito all’esaurimento di quella tensione politica della maggioranza che è invece necessaria per affrontare le problematiche della città e per indicare una prospettiva di rilancio e di sviluppo.

 

    L’argomento posto all’ordine del giorno, il bilancio consuntivo del 2011, sottoposto al Consiglio Comunale con ben due mesi di ritardo rispetto al termine fissato dalla legge del 30 aprile, per la grave emergenza finanziaria che sta attraversando il Comune di Modica, meritava una forte presenza ed una attenzione da parte del Consiglio senza precedenti.

 

    In questo senso, giudichiamo politicamente irresponsabile, in primo luogo da parte della maggioranza, alla quale spetta comunque garantire il numero legale, avere fatto trascorrere inutilmente due giornate a vuoto, fatto che conduce a pensare legittimamente della poca convinzione della maggioranza attorno alla politica finanziaria dell’Amministrazione o, peggio, ad un disinteresse ad una problematica di forte impatto e di grande delicatezza.

 

   A questo punto, responsabilmente, onde evitare il commissariamento, invitiamo il Presidente del Consiglio a convocare in tempi brevi il Consiglio Comunale per la discussione del bilancio, mentre invitiamo, nell’interesse dalla città, il Sindaco, il Pd e Np a riflettere sul piano politico  e non solo amministrativo su quanto sta avvenendo nella coalizione, bloccando, se ci si riesce questo lento ma costante andazzo di disimpegno politico ed istituzionale.  

 

di Redazione29 Giu 2012 08:06