Reteiblea

Anche la Gurrieri se ne va.

Anche la Gurrieri se ne va.
Ottobre 06
11:21 2012

gurrieriGiannella Gurrieri, consigliere comunale i nella  lista dell’ex sindaco Dipasquale sembra non poterne più di questa politica ragusana troppo compromessa e trasversale. In una nota  per la  stampa, che riportiamo integralmente, nell’esprimere  tutta la sua delusione comunica anche la decisone di rendersi indipendente tra i banchi del Consiglio Comunale. “Le vicende politiche che, negli ultimi tempi, si sono succedute a Ragusa mi hanno indotta ad affrontare una seria riflessione politica che mi ha convinta a dichiararmi consigliere comunale indipendente.
La Gurrieri  continua lanciando chiari segnali ” Le ragioni di questa scelta nascono, però, da precedenti posizioni che erano rimaste “sospese” nell’attesa che accadesse qualcosa di determinante e che mi aiutasse a definire meglio alcuni aspetti del mio percorso politico”.
Ed ecco forse il nocciolo della questione: “La lista civica nella quale sono stata eletta ha via via abbandonato la linea politica iniziale, cioè quella che si ispirava al centrodestra. Pur mantenendo il massimo rispetto per le valutazioni dell’ex primo cittadino, per il mio trascorso politico e per i ruoli che ho ricoperto, non posso condividere la scelta di sostenere la candidatura a presidente della Regione di un uomo di sinistra.” GIannella dunque non può rinnegare il suo passato e spera che le persone che cononoscono appunto la sua  storia politica non avranno difficoltà a comprendere che questa è una decisione di coerenza e conclude  ” Per rimanere leale alle mie idee ed al mio cuore, continuando, con l’abnegazione di sempre, a servire la mia Ragusa ed i miei concittadini”  Dunque si allontana  un altro tassello della  gioiosa macchina da guerra creata dopo le scorse elezioni comunali e probabilmente non sarà l’ultimo. Appena ieri  in un comunicato stampa  membri dei gruppi consiliari “Ragusa Grande di Nuovo” e lista “Dipasquale Sindaco” Pino Di Noia,Massimo Occhipinti ,Mario Chiavola,  Emanuele Di Stefano ,Enzo Licitra,Sasà Cintolo,Mario Galfo,unitamente a Michele Tasca e Venerando Suizzo avevano espresso  rammarico per la scelta dei consiglieri Giampiero D’Aragona e Giovanni Di Mauro di uscire dai gruppi di riferimento nei quali erano stati eletti transitando nel nuovo gruppo di Cantiere Popolare. Un rammarico opiù forte pensando al fatto che quando  i due gruppi consiliari erano stati chiamati nelle scorse settimane, ad esprimere un’opinione sull’alleanza tra Nello Dipasquale e Rosario Crocetta, sia D’Aragona che Di Mauro, e quindi ora è da aggiungere anche la Gurrieri, avevano ribadito il proprio parere favorevole. Insomma la campagna  per le regionali è  in pieno svolgimento  e continua a crare o rompere alleanze ma chi ha basato la sua esperienza su  dei precisi dogmi politico-culturali ha grandi difficoltà a comprendere le motivazioni di questi balletti  elettorali. Per le liste vicine a Dipasquale la  verità, dicono loro, forse, è che le sirene di Innocenzo Leontini, ormai prossimo al capolinea della sua esperienza politica, hanno avuto, questa volta, il sopravvento. Auguriamo sia a D’Aragona che a Di Mauro, quindi, buon lavoro, operando magari, d’ora in avanti, nell’interesse della città di Ispica

 

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles