Maratona bagnata…..maratona fortunata

>

Ha piovuto abbondantemente domenica mattina a Ragusa. Ma le condizioni climatiche avverse non hanno impedito il regolare svolgimento della tanta attesa Maratona. Ad aggiudicarsi  questa edizione bagnata è stato Lorenzo Lotti, forlivese, classe 1986, laureato in Scienze delle attività motorie e sportive, già vincitore della Maratona di Catania nel 2018 e nel 2019, della Messina Marathon nel 2019 e dell’Ecomaratona del sale nel 2020. L’atleta  dell’Asd  Berunners ha concluso il percorso in 2h39’19” dando prova, nonostante la pioggia a
disturbare l’andamento della gara, di essere particolarmente in forma, riuscendo ad
imprimere il proprio ritmo sin dai primi chilometri della competizione. Sotto il
traguardo posto a Ibla, distaccato di oltre un quarto d’ora, è arrivato al secondo posto
Sebastiano Foti, Sm40, dell’Asd Catania running club con il tempo di 2h47’51”
mentre a completare il podio della diciottesima edizione della Maratona di Ragusa è
stato Aldo Carbone, atleta Sm35 del Cosenza K42, con il tempo di 2h49’43”. La
partenza, questa mattina, è stata data da via Feliciano Rossitto, nella parte alta della
città. Nonostante le precarie condizioni meteo, la manifestazione si è svolta lo stesso
con le necessarie precauzioni del caso e grazie a un imponente servizio di assistenza.
Subito dopo è partita la mezza maratona che ha visto imporsi il locale Angelo
Mandarà dell’Asd Atletica Padua Ragusa con il tempo di 1h14’20”. Al secondo posto
Riccardo Montani della Run Card, distaccato di appena 9 secondi, e terzo Daniele
Sammatrice della Uisp Santa Croce con un ritardo di 59 secondi dal primo
classificato. Per quanto, invece, riguarda il campionato italiano Vigili del fuoco
memorial Angelo Chessari, la mezzamaratona ha visto trionfare Gennaro Greco
dell’Alteratletica Locorotondo con il tempo di 1h19’48”, secondo Daniele Lunardi
della Run Card, con un distacco di 19 secondi dal primo, terzo Luigi Volpe dell’Asd
Terlizzi sporting club, in ritardo di 29 secondi. Si sono svolte regolarmente la Nordic
walking e la Family run, animando di entusiasmo, nonostante il cielo grigio, la
domenica sportiva del capoluogo ibleo. La cerimonia di premiazione, alla presenza
dei rappresentanti istituzionali, si è poi tenuta nell’auditorium San Vincenzo Ferreri a
Ibla. La Fidal ha inserito la Maratona di Ragusa nel calendario nazionale, assieme al
comitato territoriale Uisp guidato da Tonino Siciliano, con la piena collaborazione
degli studenti del liceo scientifico “Enrico Fermi” attraverso il progetto Alternanza
scuola lavoro. La Family Run ha goduto della sponsorizzazione specifica di
Decathlon. Anche per questa edizione c’è stato il patrocinio del Comune e il
sostegno, dal punto di vista della promozione mediatica, di Clg costruzioni srls
impresa edile di Comiso, da sempre accanto al pianeta della maratona di Ragusa. Da
sottolineare, altresì, l’assistenza sanitaria già garantita dalla Cives, oltre al supporto di
volontari della Misericordia e dei Rangers di Comiso, ma anche la Scar Ragusa che è
stata official car dell’evento mentre gli atleti, a fine gara, sono stati ristorati dai
supermercati Il Centesimo oltre che da Bussello con la ricotta calda, tipica degli Iblei.
Assistenza garantita da Cives infermieri in emergenza e da Gulino Carmelo servizi.
“Una straordinaria manifestazione – afferma il promoter Guglielmo Causarano – che
è servita a celebrare il ritorno della Maratona di Ragusa dopo due anni di fermo.
Ringrazio tutto lo staff che mi ha collaborato e che ha gestito nella maniera migliore
una macchina organizzativa molto complessa. Sono certo che sono state gettate le
basi per fare crescere ulteriormente lo sport del podismo nella nostra città e nella
nostra provincia che, invero, già gode di ottima salute”.

di Direttore23 Gen 2023 11:01