La mostra di Mario Russo

>

Non si può parlare di archeologia subacquea a Camarina senza dover citare, in modo ampio e circostanziato, l’opera dell’ amico Mario Russo che negli anni, da freelance o su incarico della soprintendenza, ha contribuito, direi in modo essenziale, ad alcune scoperte eccezionali che, oggi, sono patrimonio dei quel museo da poco rinnovato. Credo che si sia iniziato a parlare di relitti nella baia di Kamarina, in modo preciso e quindi con foto e rilievi, alla fine degli anni ’80 del secolo scorso. In seguito ad una  violenta mareggiata infatti, il fondale che da quelle parti è fatto solo di sabbia finissima, sono venuti fuori dei pezzi che facevano pensare al relitto di un’antica nave da trasporto. Sappiamo che Kamarina era una città commerciale, contesa tra  Siracusa e Gela e più volte distrutta proprio per l’appartenenza una volta ad uno e una volta all’altro tiranno. Sorgeva alla foce dell’Ippari che, se ora è appena un rigagnolo, nel  6° o 5° secolo avanti cristo  era addirittura un fiume così largo da permettere l’attracco di navi onerarie. Probabilmente, però, nonostante la mancanza di ostacoli subacquei  proprio la costa sotto il promontorio della città è stata la causa di diversi naufragi e l’opera incessante di Mario Russo ed altri come Buggea o Bufardeci , ampiamente autorizzati, ha permesso di documentare, ad uno ad uno, tali relitti, dando loro un nome e fissando nelle telecamere e nelle macchine fotografiche suggestive immagini  di pezzi unici inseriti in affascinanti contesti. E così si è potuto vedere da vicino la nave delle “colonne” o quella delle “lucerne” il tesoro contenuto in un relitto conosciuto come  quello dei “6 imperatori” ed altri ancora.  E Mario Russo che per anni è stato protagonista sott’acqua ora ha deciso di fare lo spettatore per vedere” da vicino” l’effetto che fa al visitatore la mostra che ha allestito.    E dunque chi volesse approfittarne per osservare almeno un paio di centinaia di foto molto grandi scattate” sul posto”, l’appuntamento è a partire per il 18 settembre, per un mese,  a palazzo Garofalo in corso Italia ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 per visitare la mostra : Kamarina storie di naufragi: l’ultimo viaggio.

di Direttore12 Set 2022 15:09