Tutti insieme appassionatamente

>

Caterina Chinnici, candidata alla presidenza della Regione Siciliana per la coalizione di centrosinistra alle elezioni del prossimo 25 settembre, ieri è stata a Marina di Ragusa dove ha presentato il suo programma. C’era tanta gente ad attenderla a dimostrare la condivisione con un progetto che guarda all’impegno, forte, nel sociale e per l’ambiente. Il pubblico numeroso, con in prima fila i leader del PD locale,  ha atteso, composto, l’arrivo della candidata applaudendo alle gag di Massimo Spata chiamato ad intrattenere la gente. Dopo gli interventi, tra gli altri del segretario cittadino Calabrese e dell’on Dipasquale c’è stato l’intervento della Chinnici
Tra i punti principali un ufficio speciale «per imprimere massima efficacia alla spesa dei fondi europei, che costituiscono un passe-partout verso lo sviluppo economico, infrastrutturale e sostenibile del territorio». Poi un nuovo assessorato dedicato alle politiche per i giovani «con l’obiettivo, fra l’altro, di sostenere la nascita di start-up e creare centri di co-working». L’impulso forte alla transizione ecologica: dal settore dell’energia, con l’incremento delle rinnovabili e incentivi per l’installazione di impianti domestici, alla gestione dei rifiuti, con una strategia che fa perno sulla raccolta differenziata ed esclude il ricorso ai termovalorizzatori, che secondo Caterina Chinnici «restano una soluzione non praticabile». E ancora: l’inclusione sociale; un patto per il lavoro da siglare con gli enti e tutte le componenti sociali, professionali e produttive; la spinta alla digitalizzazione; un servizio sanitario riorganizzato e più radicato sul territorio, anche attraverso l’innovazione tecnologica; un’amministrazione regionale efficiente e trasparente. Tra i temi che il programma affronta anche legalità e anticorruzione, scuola, formazione professionale, agricoltura, sport, turismo, cultura e imprese culturali, governo del territorio, protezione civile, forestazione e sicurezza ambientale, contrasto all’inquinamento atmosferico. «È un piano d’azione ampio che mette al centro le persone – sottolinea Caterina Chinnici – e che tiene insieme crescita economica, sostenibilità ambientale, innovazione, diritti e giustizia sociale. L’obiettivo che ci siamo posti è una regione nuova, moderna. Una regione con un governo capace e autorevole, in grado di dialogare alla pari con le istituzioni nazionali ed europee, che sappia valorizzare le risorse anziché disperderle, come invece troppo spesso è avvenuto fino ad oggi».

di Direttore12 Set 2022 09:09