San Giovanni 2022

>

Bagno di folla finalmente per rendere onore a San Giovanni Battista, patrono della città e della diocesi di Ragusa. L’attesa era durata tre anni. A decine di migliaia, ieri, le presenze. Così come in molti hanno voluto partecipare alla tradizionale processione che, caratterizzata dall’incedere prima dell’Arca santa e poi del simulacro del precursore, alla presenza delle autorità civili e militari, oltre che,
naturalmente, di quelle religiose, con la guida del vescovo, mons. Giuseppe La Placa, si è snodata per le principali vie del centro storico, riuscendo a coinvolgere in maniera sempre più intensa tutti i ragusani. All’arrivo del simulacro in piazza San Giovanni, il saluto del vescovo ai fedeli. “Grazie Ragusa, grazie chiesa di Ragusa, grazie città di Ragusa – ha detto mons. La Placa – L’uscita del venerato
simulacro di San Giovanni Battista è stata accolta sul sagrato dal tradizionale lancio  di volantini colorati, dal suono a festa delle campane e dallo sparo dei fuochi d’artificio. Subito dopo il messaggio del vescovo, in serata, sulla facciata della Cattedrale è stato proiettato lo spettacolo di videomapping a cura della ditta MoSe – Modern sensation di Mineo. Quindi  l’ingresso in Cattedrale e la celebrazione eucaristica presieduta dal parroco, il canonico sacerdote Giuseppe Burrafato, La nostra Teresa Guarnuccio ha realizzato un lungo servizio in pratica riportando le fasi salienti della festa. Eccolo..

di Direttore30 Ago 2022 15:08