Luglio a Ibla: peggio di cosi!!!

>

ll capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Ragusa, Mario Chiavola attacca l’amministrazione ancora sulla questione Ibla. E’ infatti evidente che nonostante la buona volontà che ci mette il sindaco i risultati sono poco soddisfacenti. Può anche essere, come hanno detto altri politici locali, che il fenomeno Ibla stia passando di moda ed ecco che occorrono soluzioni  reali, immediate. Forse ci si culla, come accade da anni, che con un bel progettino di marketing si mettono le pezze ma non è così. Occorrono impegni economici seri, opere strutturali, servizi e poi la promozione. Chiavola, dicevamo, ha scritto: “Il luglio più problematico e meno proficuo per Ibla e per gli operatori commerciali della città antica da otto anni a questa parte. Non ci sono dubbi. Qualcosa non sta funzionando a dovere. Le lamentele che raccogliamo sono quotidiane. Invitiamo l’Amministrazione a rivedere la programmazione. Nel tentativo di salvare quello che è possibile salvare di questa stagione estiva che, lo ricordo, doveva essere quella della ripartenza e che, invece, si tramuterà in quella che rischia di affossare definitivamente  alcuni esercizi commerciali”. E’ certo che il piano di mobilità previsto per Ibla non sta dando i frutti sperati, così come il piano dei parcheggi. Ad esempio, come mai tutte queste strisce gialle per i residenti
risultano essere non utilizzati? Diciamo che è sacrosanto, come accade in tutti i centri storici, che i residenti abbiano dei parcheggi che devono essere loro assegnati.  Nessuno lo mette in discussione. Anzi, è giustissimo così. Ma potrebbe essere che
tutti questi parcheggi, sia quelli h24 quanto quelli a disposizione dalle 8 di sera alle 8 del mattino, sono molti di più rispetto alle reali necessità e quindi restano inesorabilmente vuoti? Ci sono stalli che, invece, secondo noi, potrebbero essere
utilizzati dagli avventori dei bed and breakfast. Le strutture fanno i conti, in questo periodo, con tutta una serie di disdette. Inconcepibile. Inoltre, è mai possibile che per sbloccare l’iter autorizzativo del parcheggio di Discesa Peschiera ci siano voluti
quattro anni? Ma come, il sindaco Cassì non si vantava di essere sulla stessa lunghezza d’onda del governatore Musumeci? Non è stato forse eccessivo il tempo di attesa e, quindi, non si sarebbe dovuto mobilitare già molto tempo addietro il primo
cittadino, così come altri avrebbero fatto al suo posto, per cercare di sbloccare al più presto le pratiche alla Regione? Ecco, questa, come altre cose, non hanno funzionato per il verso giusto. E gli operatori, giustamente, chiedono una migliore regolamentazione. Intanto, ormai, siamo nel momento in cui si può fare un bilancio dell’entrata in vigore della Ztl. E diciamo che le risposte ottenute non sono state
quelle attese. Forse, è necessario migliorare ulteriormente la comunicazione per l’utilizzo dei bus navetta. Forse, è necessario liberare alcune zone, vedi Discesa Peschiera, dalla presenza di stalli a pagamento. Così com’è, al momento, Ibla sembra
diventata inaccessibile. Ed è chiaro che i visitatori optano per altre scelte.

di Direttore15 Lug 2022 23:07