Anno nuovo.. problemi vecchi

>

Cresce a dismisura in questi giorni il numero dei contagiati e, come si vede dal sito ufficiale della Regione, i dati di domenica  2 gennaio parlano di oltre 400 nuovi casi. Probabilmente si tratta di un risultato derivante da un accumulo di screening  riportati, tutti insieme, dopo le feste ma è innegabile che la cosa preoccupa. E così stamattina è ripresa la corsa al vaccino con i soliti problemi di affollamento e lunghe attese. Alle 11,30 di lunedì ecco la situazione davanti all’hub dell’ex ospedale civile. A questo si aggiunge anche il problema dei tamponi che sono ormai una rarità. Infatti l’Asp ha finito la scorta e le farmacie, quelle in grado di farli, hanno davanti la porta file enormi. Crediamo che sia necessario fare il punto della situazione a livello locale e regionale. Non sappiamo se il sindaco possa fare qualcosa, noi pensiamo di si, ma servono incontri strategici per creare altri spazi vaccinali, soprattutto in considerazione delle temperature. Informare la gente su dove e come trovare i tamponi in questi momenti di grande incertezza.  L’aumento dei contagi conferma che  i cenoni in famiglia, senza rispetto delle regole, le feste segrete e la baldoria esagerata  sono stati la causa principale  di questa ondata post natalizia. Molti sono i vaccinati con una o due dosi che risultano positivi ma si tratta di asintomatici, o quasi, e questo grazie proprio al vaccino.

di Direttore03 Gen 2022 12:01