Pergusa 2021 in campo la Protezione Civile siciliana

>
L’ immagine è davvero suggestiva. Intorno al Lago di Pergusa, purtroppo ridotto ai minimi termini, nella giornata di sabato si vedono le tende approntate dai tanti reparti della protezione civile provenienti da tutta l’isola impegnati in una esercitazione.  Si tratta di un evento unico nel suo genere, che vuole fare il punto sullo stato della Protezione civile siciliana. Incentrato principalmente sul mondo del volontariato, sui mezzi di cui dispone il sistema e sulla formazione finalizzata all’assistenza e alla capacità di dare risposte in caso di emergenza. Questa esercitazione, che si svolge in occasione della Settimana Nazionale della Protezione Civile. è stata inserita nella “Giornate del volontariato siciliano”, organizzate dalla Presidenza della Regione e che hanno avuto il prologo oggi nella cornice dell’Università Kore di Enna. E’ la prima volta che i volontari di tutte le nove province dell’isola si riuniscono nello stesso teatro delle operazioni, anche se in Protezione Civile in questi anni sono state organizzate con una certa regolarità varie esercitazioni, utili a testare la preparazione delle donne e degli uomini chiamati ad intervenire nelle situazioni reali. Con “Pergusa 2021” cambia tutto e la complessità di questa iniziativa, ideata e coordinata dal Dirigente Generale del DRPC Sicilia, ingegnere Salvo Cocina, è già evidente esaminando i numeri messi in campo: 9 colonne mobili di mezzi e uomini per circa 1311 volontari, 350 automezzi, 200 tende, 829 pernottamenti, 3500 pasti previsti, 5 km di cavi elettrici,

Ciò senza contare tutto l’occorrente per rendere autonoma una relativamente piccola comunità di oltre 1000 persone: 4 cucine da campo, 6 tende mensa dove saranno consumati i pasti preparati dagli stessi volontari, 10 torri faro, 10 bagni container, 10 gruppi elettrogeni, segreterie amministrative e del volontariato, video Wall.
Una postazione dell’ASP di Enna per tamponi rapidi e molecolari. Tutti riuniti, notte e giorno, con discrezione e rispetto delle regole anti Covid, a ridosso del lago e della sua Riserva naturalistica. Anche il capo del dipartimento nazionale della Protezione civile, Fabrizio Curcio, il capo del dipartimento nazionale dei Vigili del fuoco, Laura Lega, e il capo della Protezione civile regionale, Salvatore Cocina, visiteranno il campo allestito dalla Protezione civile regionale presso l’autodromo di Pergusa dove, sempre a partire dalle 9.30, si terrà un’esercitazione.  L’iniziativa, coordinata da Cocina, è incentrata sul mondo del volontariato e sulla sua capacità nel dare risposte nelle emergenze.  
 
di Redazione16 Ott 2021 18:10