Controlli dei pass e delle disposizione sanitarie nei bar.

>

Come previsto dalla recente normativa che prevede dal 15 ottobre l’obbligo del green pass anche per tutti i dipendenti della pubblica amministrazione, stamane al Comune di Ragusa i funzionari che sono stati incaricati nei diversi settori dell’Ente alla verifica del possesso del green pass dei dirigenti, funzionari e di tutto il personale,
hanno effettuato i controlli previsti. Anche il sindaco Peppe Cassì, al suo ingresso al Comune nella giornata odierna, ha esibito il green pass, certificazione che dovrà essere posseduta e verificata anche per tutti gli amministratori che entreranno negli uffici del Comune. Ma anche i Nas reparto speciale dei Carabinieri per la Tutela della salute  hanno predisposto controlli dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute presso attività e settori ritenuti a maggior livello di rischio per possibili inosservanze sul rispetto dell’obbligo del c.d. “Green Pass” e sulle misure di prevenzione e contenimento del COVID-19, il NAS Carabinieri di Ragusa, in collaborazione con personale tecnico del Dipartimento di Prevenzione della locale ASP, ha eseguito un provvedimento di chiusura dei laboratori adibiti alla preparazione pizze ed alimenti affumicati annessi ad un noto bar-ristorante del capoluogo Ibleo. La misura si è resa
necessaria a seguito dell’accertamento di gravi violazioni in materia di igiene e sanità riscontrate nei luoghi di detenzione e lavorazione delle pietanze destinate alla successiva somministrazione agli avventori. Al titolare dell’attività commerciale sono state inoltre contestate sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 5.000

di Redazione15 Ott 2021 23:10