Ancora primi in contagi. Stop alle zone rosse

>
Il dato dei ricoveri del 24 luglio negli ospedali siciliani rispetto a ieri vede un incremento complessivo di 16 unità. In terapia intensiva sono in cura 27 persone (6 in più rispetto a ieri). Il dato dei guariti è pari a 56 persone. 1 i decessi. I nuovi soggetti positivi rilevati sono 626. I tamponi molecolari processati sono stati 5550. I tamponi rapidi sono stati 8185.
Questo il report dei nuovi positivi nelle province: 90 #Agrigento, 97 #Caltanissetta, 63 #Catania, 20 #Enna, 43 #Messina, 83 #Palermo, 175 #Ragusa, 32 #Siracusa, 23 #Trapani.  Le dosi di vaccino complessivamente inoculate sono 4.861.784.

Intanto con una sua ordinanza, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha appena disposto la conclusione delle “zone rosse” in Sicilia. Erano state istituite nei Comuni di Caltabellotta, Cammarata, Favara, Gela, Mazzarino, Riesi e San Giovanni Gemini. La revoca è stata adottata alla luce dell’entrata in vigore del decreto legge recante nuove misure di contenimento epidemiologico della pandemia. L’ordinanza, emanata sulla base delle relazioni dei dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali di Agrigento e Caltanissetta, ha efficacia dalla sua pubblicazione sul sito istituzionale, prevista per il primo pomeriggio di oggi

«Abbiamo subito recepito i nuovi parametri che sono stati pubblicati la scorsa notte, dopo una impegnativa trattativa con il governo nazionale che ha accolto la proposta della nostra e delle altre Regioni. Da oggi prevale, dunque, per il cambio di colore il criterio della ospedalità, ma ai cittadini dei sette Comuni interessati e, in generale, a tutti i siciliani mi sento comunque di rivolgere ancora un richiamo al senso di responsabilità: completiamo la campagna vaccinale e adottiamo tutte le precauzioni per scongiurare nella nostra Isola una ricaduta», ha detto il presidente Musumeci.
di Redazione25 Lug 2021 10:07