Per salvare la Macchia Foresta dell’Irminio

Finanziato il progetto di intervento di protezione del litorale e ricostituzione delle
dune della Riserva naturale ‘Macchia Foresta del fiume Irminio’ per un importo di 82
mila e 400 euro, nell’ambito del Piano Operativo Fesr 2014-2020, .
Il progetto redatto da un gruppo di lavoro interno al Libero Consorzio Comunale di
Ragusa composto dalla direttrice delle Riserve, Carolina Di Maio, dall’agronomo e
progettista nonché direttore dei lavori Roberto Cundari e da Marco Battaglia, Antonio
Diquattro e Maria Grazia Vindigni; è finalizzato alla conservazione dell’habitat
prioritario delle dune costiere con ginepro mediante la protezione del cordone dunale
stabilizzato, privo dell’avanduna deputata al rifornimento di sedimento della duna e
pertanto soggetto alla demolizione ed erosione ad opera delle mareggiate o
interessato da fenomeni di deflazione eolica e dilavamenti; a favorire la ricostituzione
delle dune presenti in alcune aree verso levante attualmente poco sviluppate e non
consolidate dune embrionali mobili; al contenimento di specie esotiche le cui
proprietà invasive possono contribuire ad alterare le comunità psammofile autoctone;
all’implementazione della copertura vegetale ove scarsa o assente. Il progetto verrà
realizzata attraverso la realizzazione di barriera basale in viminata e schermi
frangivento, piantumazioni ed eradicazioni. Saranno posizionati appositi cartelli
informativi sull’operazione.
L’area interessata all’intervento è relativa al sistema di dune e ricade lungo la costa
delle contrade Gravina, Passo Forgia di Scicli fino al vallone Playa Grande, territorio
di Ragusa e Scicli.

di Redazione19 Feb 2020 23:02