Furto nel fine settimana al Centro Servizi Culturali di via Diaz

Un brutto weekend per il Centro Servizi Culturali (sito in via Armando Diaz, 56) preso di mira dai ladri. Del furto, è stato possibile rendersi conto solo stamane.

Il bottino dei ladri consiste nell’impianto di amplificazione mobile, quello fisso ed un computer in dotazione della struttura comunale.

L’Amministrazione comunale, avvertita di quanto accaduto, ha provveduto a sporgere denuncia contro ignoti alle competenti autorità di polizia che hanno già avviato le indagini.

Ovviamente amareggiato il sindaco Piccitto: “il furto in questione ha provocato un danno non solo al Centro Servizi Culturali, struttura che promuove innumerevoli attività ma anche all’intera città che partecipa alle interessanti iniziative culturali proposte. Invito i cittadini ad essere sempre vigili ed a collaborare con l’Amministrazione comunale segnalando sempre tempestivamente alle forze dell’ordine eventuali atti delinquenziali posti in essere da ladri o vandali”.

Ma il Centro Servizi Culturali non è l’unica struttura ad essere stata presa di mira ultimamente, come ha dichiarato lo stesso sindaco: vi è stato anche “il furto avvenuto a più riprese nell’aiuola che fiancheggia il monumento ai Caduti Postelegrafonici di Piazza Matteotti di numerose piante di ciclamino che erano state messe a dimora qualche settimana fa dal Comune. In questo caso, è stata vanificata l’intenzione dell’Amministrazione di rendere più gradevole ed ospitale uno spazio pubblico fruibile dai cittadini”.

di Carmelo Dipasquale11 Dic 2017 13:12