Vittoria gelata, la città chiede lo stato di calamità. Il commento di Andrea Nicosia

Freddo e gelo di questi giorni non hanno risparmiato danni alla produzione agricola nel vittoriese, motore economico della città Ipparina.
Per far fronte all’inesorabile e ghiacciante crisi, l’amministrazione comunale di Vittoria ha, nella giornata di ieri, chiesto alla Regione di dichiarare lo stato di calamità.
Su tale delibera è tornato oggi il presidente del Consiglio Comunale, Andrea Nicosia: “Bene ha fatto l’amministrazione comunale a chiedere alla Regione siciliana di intervenire. I nostri produttori, a causa delle avverse condizioni climatiche delle ultime settimane, hanno subito ingenti danni alle strutture e ai prodotti. Tutto ciò si aggiunge alle già difficili condizioni in cui sono costretti ad operare. All’atto approvato dalla Giunta ritengo, quindi, doveroso e opportuno che segua un atto deliberativo del consiglio comunale che supporti, con il proprio voto, espressivo di tutte le forze politiche della città, le richieste avanzate alla Regione. Per queste ragioni già nella prossima sessione utile sottoporrò al voto del consiglio comunale un documento che, in linea con quello già approvato dalla giunta municipale, coinvolga l’intero consesso nella richiesta della dichiarazione dello stato di calamità. Ciò a supporto dell’iniziativa dell’amministrazione comunale; sono certo che tale documento vedrà la condivisione dell’intero consesso, al di là delle diverse appartenenze politiche”.

di Carmelo Dipasquale10 Gen 2017 17:01