Scicli. La Giunta Giannone chiede il rimborso di 723 mila euro al Governo

A causa di una ingiusta riduzione di fondi di trasferimento nel 2013
Una decurtazione delle entrate illegittima. Per tale ragione il Comune di Scicli ha chiesto al Ministero dell’Economia e delle Finanze e al Ministero dell’Interno il rimborso di 723.222,62 euro.
Tutto nasce da una sentenza della Corte Costituzionale, la 129 del 2016, relativa alla determinazione della riduzione del Fondo Sperimentale Riequilibrio 2013. L’alta Corte ha ritenuto che la riduzione dei trasferimenti statali, decisa nel 2013, sia illegittima, e che i Comuni possano chiedere il rimborso in maniera retroattiva.
Nei giorni scorsi, la giunta Giannone, su proposta dell’assessore al bilancio Giorgio Vindigni, ha presentato istanza ai Ministeri dell’Economia e dell’Interno affinché i 723 mila euro di minori trasferimenti del 2013 vengano ora riconosciuti e accreditati nelle casse del Comune.

di Redazione27 Dic 2016 12:12