Impianto rifiuti pericolosi a Scicli. No dei commissari di Comune e Provincia in commissione all’Ars

I rappresentanti del Comune di Sccli e della Provincia ragionale di Ragusa, sentiti oggi durante la riunione congiunta delle commissioni Sanità ed Ambiente dell’Ars, hanno dichiarato il loro no al mega impianto di smaltimento rifiuti tossici e non tossici per 800 mila tonnellate in quattro anni, appena autorizzato a pochi chilometri da Scicli, al centro dell’area Unesco del Ragusano. I commissari straordinari del Comune di Scicli ed il commissario della provincia regionale, Dario Cartabellotta, hanno dichiarato d non aver mai espresso un parere favorevole al progetto, parere che invece la legge ritiene indispensabile. Il decreto finale, hanno spiegato gli amministratori sentiti in commissione, è stato corredato esclusivamente da parere tecnici, nonostante la programmazione strategica ed ambientale sia di competenza degli organi politici. Il commissario del libero consorzio ha preannunciato che l’ufficio legale dell’ex provincia di Ragusa impugnerà il provvedimento.

“E’ una vicenda che deve essere chiarita nel più breve tempo possibile – ha sottolineato il presidente della commissione Sanità, Pippo Digiacomo – rispettando tutte le procedure autorizzative necessarie”.

di Redazione03 Mag 2016 15:05