Il Pd di Ragusa ricorda la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre, Giornata internazionale Onu contro la violenza sulle donne – la data è stata scelta nel 1999 dalle Nazioni Unite come Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, in ricordo dell’assassinio delle tre sorelle Mirabal, avvenuto nel 1960 nella Repubblica Domenicana durante il regime di Rafael Leonidas Trujillo – è un’occasione per rinnovare l’impegno quotidiano di donne e di uomini nel contrasto alla violenza e alla discriminazione. Anche il Partito Democratico di Ragusa partecipa a questa giornata, affidando alla comunità ragusana momenti di riflessione ma anche dandosi dei compiti e lanciando alcune proposte concrete per contrastare violenza e discriminazione.
E’ compito di tutti costruire, con determinazione e costanza, un movimento di opinione e di responsabilizzazione politica contro la violenza fisica, sessuale e psicologica sulle donne a partire dalla famiglia, nei luoghi di lavoro e nella società. Mantenere una forte attenzione politica sul fenomeno affinché il rispetto dei diritti umani e della pari dignità possa sempre trovare risposte adeguate nelle istituzioni più fortemente coinvolte – Azienda Sanitaria, Forze dell’ordine, Comune oltre che nei percorsi di sostegno legale.
Il PD ha la consapevolezza che deve svolgere un ruolo significativo nella rete di informazione e di dibattito per affrontare il problema secondo strategie di collaborazione con le Istituzioni e le Associazioni.
Il ruolo di questo Partito è quello di continuare a promuovere una riflessione collettiva sulle cause culturali e sociali della violenza sulle donne, e al tempo stesso far conoscere l’esistenza di una rete di aiuto locale per tutte le donne vittime o testimoni di violenza. Tutto ciò ci porta ad impegnarci, per combattere questo fenomeno, attraverso attività di prevenzione e in particolare mediante appositi percorsi di sensibilizzazione in tutti i luoghi e i contesti affinché le nuove generazioni possano comprendere la violenza di genere come un problema attuale che riguarda tutti, possano desiderare e vivere un rapporto equilibrato uomo-donna, possano uscire dall’indifferenza e dall’omertà subita o agita.
La violenza va combattuta quotidianamente: nelle relazioni tra persone, nel linguaggio, nelle immagini, nella dimensione sociale, politica ed economica.
Questa giornata è, quindi, un momento importante per far crescere in tutti la coscienza di quanto la lotta contro la violenza sulle donne sia uno dei segni distintivi di civiltà.

di Redazione25 Nov 2015 14:11