Centro di compostaggio. Oggi la riunione a Palermo

Un importante passo avanti è stato compiuto quest’oggi nella autorizzazione propedeutica all’affidamento e quindi alla effettiva attivazione del centro di compostaggio di Ragusa sito in cava dei Modicani. Presso il dipartimento acque e rifiuti della Regione Siciliana si è tenuta, infatti, la seconda conferenza di servizio, alla presenza del dirigente regionale, con il commissario straordinario Ato Srr, Nicola Russo, il presidente della Srr di Ragusa, Vito Fornaro, l’assessore all’Ecologia del Comune di Ragusa Antonio Zanotto e i tecnici dell’Ato, Fabio Ferreri e Roberto Lauretta. Questi ultimi hanno sviscerato tutte le problematiche legate all’autorizzazione all’esercizio del centro di compostaggio fermo da diversi anni. Forniti tutti gli elementi e le autorizzazioni dei vari enti. Adesso, in attesa del decreto di definitiva autorizzazione, si potrà procedere al completamento degli atti di gara e quindi finalmente dare una risposta al territorio che potrà dotarsi di un impianto all’avanguardia indispensabile per un nuovo e più efficace ciclo dei rifiuti nel nostro ambito territoriale grazie anche al richiesto ampliamento della potenzialità del 20% proposto dagli intervenuti. I partecipanti alla conferenza di servizio hanno manifestato la loro piena soddisfazione: il certosino lavoro dei tecnici dell’Ato affiancato a un continuo e sinergico raccordo tra la Srr, l’Ato e la gestione commissariale, sta dando risultati importanti per l’intera collettività. “Tutto questo – dice il presidente della Srr, Vito Fornaro – oltre che a gratificarci ci impegna a proseguire lo stesso iter per l’avvio dell’impianto di Vittoria finalizzato a persegurie gli obiettivi volti a un miglioramento dei servizi del comparto igienico-ambientale dell’intera collettività iblea”.

di Redazione11 Nov 2015 19:11