L’Amministrazione Piccitto adesso realizzi ciò che il Consiglio ha approvato

Riceviamo e pubblichiamo.

“Il Direttivo di Partecipiamo esprime soddisfazione per l’approvazione all’interno del Piano di Spesa della L.R.61/81 degli emendamenti e dell’atto di indirizzo presentati, primo firmatario, il Presidente del Consiglio Giovanni Iacono e la Consigliera Mirella Castro. Partecipiamo aveva espresso, complessivamente, attraverso il proprio rappresentante in Giunta, Salvatore Martorana e in Commissione centri storici, Arch. Elena Azzone, giudizio favorevole sul piano a cominciare dall’acquisizione della Chiesa di S.Maria dei Miracoli che abbiamo sempre sostenuto ma si è ritenuto in Consiglio comunale, anche a seguito degli incontri fattivi con tanti concittadini, di fornire ulteriore contributo di idee inserendo e dando priorità a nuovi interventi. In modo particolare gli emendamenti hanno riguardato nuovi ed importanti interventi ed eventi:
-Ulteriori somme per il riadattamento di strutture esistenti ad uso culturale-teatrale nel centro storico superiore(rimpingua analogo emendamento presentato nel piano di spesa 2013 dal ns gruppo consiliare);
-Illuminazione artistica dei palazzi e delle chiese che vanno dal tratto di P.zza G.B.Hodierna fino a Piazza Duomo;
-Riqualificazione della salita dell’orologio;
-Catalogazione, restauro ed illuminazione delle edicole votive con la creazione di un percorso delle edicole votive;
Nuove opere e nuovi eventi hanno riguardato anchel’atto di indirizzo predisposto dal Presidente del Consiglio Comunale ed in modo particolare :
-La riqualificazione con una adeguata illuminazione di via scalazze che corre lungo il muro bizantino rimasto;
-L’eliminazione delle barriere architettoniche per l’accesso al Duomo di S.Giorgio e per l’accesso tra via Ottaviano e Via Torrenuova;
-Il restauro dell’Arca Santa conservata nel Duomo di S.Giorgio;
-La progettazione dello spazio polifunzionale su piazza Dott. Solarino;
-L’istituzione della ‘settimana Santa di Ibla’;
-Il ripristino della manifestazione del ‘Martirio di S.Giorgio’ il cui primo evento risale al 1630.
Adesso, senza indugi, bisogna realizzare ciò che abbiamo approvato”.

di Redazione10 Gen 2015 17:01