Hybla Barocco Marathon: partenza alle 8 da via F. Rossitto

Saranno circa in 700 al via nella dodicesima edizione della maratona “Città di Ragusa”, emanazione diretta della Hybla Barocco Marathon inserita tra le manifestazioni in ricordo del terremoto dell’11 gennaio 1693. Il numero record comprende i partecipanti alle diverse sezioni di un evento sportivo capace di unire spessore tecnico e fascino del percorso, la motivazione che ha reso vincente una maratona che si è saputa conquistare il suo posto di rilievo nel ricco panorama della specialità. La maratona classica, sui “canonici” 42,195 km, vedrà impegnati circa 200 concorrenti di tutta Italia e dall’estero, a dimostrazione del potere di richiamo ormai consolidato e dei vantaggi arrecati dalla disponibilità dell’aeroporto di Comiso. La partenza è fissata per le 8 (raduno dalle 6,30) in via Feliciano Rossitto, nei pressi del supermercato Crai: l’arrivo dei primi previsto attorno alle 10,30 in piazza Pola a Ibla. Saranno invece circa in 400 per la “Straragusa”, mezza maratona (21,097 km): partenza sempre a via F. Rossitto ma alle 9,45. Comune alle due maratone la suggestione dei paesaggi, tra l’altopiano e il barocco dei due centri storici cittadini. Stesso punto di partenza, fissata alle 9, per il centinaio abbondante di camminatori che affronteranno la prova di Fitwalking (ancora 21,097 km), per la quale è previsto anche un premio speciale alla memoria dell’infermiera Daniela Di Natale, grande appassionata di maratona scomparsa a novembre. Il programma della giornata comprende anche la “Family Run” non competitiva da piazza S.Giovanni a piazza Duomo a Ibla: partenza alle 10,30, iscrizione gratuita fino a prima della partenza a cura della sezione ragusana della Croce Rossa Italiana. Tra i camminatori vi sarà anche un ipovedente con l’accompagnatore. Gli organizzatori, Guglielmo Causarano ed Elio Sortino della “No al doping” e Sebastiano La Mesa di “Sicily is one” non nascondono la loro soddisfazioni per “i numeri”, la migliore riprova sia di quanto l’evento sia cresciuto dagli inizi sia del grandissimo potenziale di cui è dotato in chiave futura. Da loro “un sentito grazie all’Amministrazione comunale, in particolare al sindaco Piccitto e all’assessore allo sport Iannucci, per il supporto dato, che ha consentito di mettere a punto per tempo il complesso apparato logistico indispensabile per manifestazioni di tale portata. Un grazie anche all’impresa ecologica Sebastiano Busso”.

di Lina Giarratana11 Gen 2015 00:01