Vittoria. Siglato protocollo d’intesa Regione-associazioni sui beni confiscati alle mafie

Nell’ambito del Piano di azione e coesione, e in particolare del Piano straordinario per il lavoro in Sicilia-opportunità giovani, il governo della Regione Siciliana ha avviato una misura di sostegno alle start up sui beni confiscati alle mafie. Al fine di monitorare e supportare l’andamento dell’iniziativa, giovedì 7 sarà firmato, negli uffici della Presidenza della Regione Siciliana, un protocollo d’intesa tra la Regione Sicilia (rappresentata dal presidente, Rosario Crocetta), l’ Aci (rappresentata da Mauro Lusetti), l’Anci Sicilia (rappresentata da Leoluca Orlando), Libera (Umberto Di Maggio) e Avviso Pubblico. A rappresentare quest’ultima associazione sarà l’assessore alla Trasparenza e alla Legalità del Comune di Vittoria, Piero Gurrieri, che ricopre anche la carica di vicepresidente nazionale dell’associazione.
Commentando quanto dichiarato dall’assessore regionale all’Istruzione, Nelli Scilabra, che ha parlato di “azione molto significativa, che evidenzia la ferma volontà della Regione Sicilia di valorizzare il riutilizzo dei beni confiscati alle mafie come opportunità per le nuove generazioni”, Gurrieri ha espresso  compiacimento per un protocollo “unico in Italia, che segna l’avvio di un rapporto di collaborazione tra realtà istituzionali e associative che apre a ipotesi più evolute di gestione dei beni confiscati e alla creazione di opportunità di lavoro e di sviluppo”.

di Redazione05 Ago 2014 13:08